Ue, la Conferenza sul futuro trasformata in farsa.

“Un’iniziativa che avrebbe potuto gettare le basi per una nuova Europa, più rispettosa delle identità nazionali e più centrale nello scacchiere internazionale, ma che i federalisti hanno trasformato in una farsa”. Così Giorgia commenta la celebrazone della “Festa dell’Europa” e la chiusura dei lavori della Conferenza sul futuro della Ue.

“Hanno imposto la loro agenda, respinto tutte le proposte dei Conservatori e hanno allestito una passerella mediatica dai costi sconosciuti e non rappresentativa del sentimento dei popoli. – aggiunge – ECR continuerà a lavorare per dare un’anima e una missione all’Europa e costruire una Confederazione di Stati liberi e sovrani capace di stare a testa alta in Occidente e nel mondo. Un’Europa orgogliosa e fiera di sé stessa, capace di difendersi dalle minacce delle autocrazie”.

“La Festa dell’Europa sia vera occasione di riflessione per un profondo cambiamento dell’attuale assetto istituzionale, soprattutto per renderla più vicina al bisogno dei cittadini europei e in grado di rispondere in maniera efficace alle sfide presenti e future”, sottolinea il copresidente del gruppo Ecr- al Parlamento europeo Raffaele Fitto.

“La soluzione per far questo non può essere certo la Conferenza sul Futuro dell’Europa – prosegue – che rappresenta semplicemente un momento di autocelebrazione, e l’ennesimo tentativo di imporre un super stato europeo, centralizzatore e burocratico. Un tentativo già fallito e superato, considerando anche il non paper presentato da una decina di Stati membri nel quale viene sottolineata l’inefficacia dei cambiamenti proposti e piuttosto la necessita di politiche concrete. La pandemia prima, la guerra russo-ucraina oggi hanno messo a nudo, infatti, le debolezze e la vulnerabilità dell’attuale Unione Europea frutto di scelte e politiche sbagliate nel recente passato. Occorre riscoprire – conclude Fitto – il disegno dei padri fondatori, che avevano previsto un progetto comune sui grandi temi, ma nel pieno rispetto della diversità dei singoli Stati membri. Tutto questo e’  il contrario dell’Europa di oggi che mentre dimostra un continuo attivismo verso ambiti che non le competono, latita o è insufficiente in altri di importanza fondamentale come la politica estera, la difesa, l’immigrazione, l’energia e l’agroalimentare”.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

5 Commenti

  1. L’Europa della Commissione europea non eletta e del parlamento ratificante le idee che le lobby danno alla commissione è una tremenda dittatura, dalla quale dobbiamo fuggire. Giorgia sei l’ultima speranza per l’Italia, non farti affascinare dall’intelligenza artificiale per imporre il credito sociale cinese come sperimenteranno in autunno a Bologna (smart citizen wallet), e salva gli italiani da questa dittatura in marcia ! La Commissione ha anche proposto il controllo totale di tutto l’internet e messaggistica dei cittadini europei, anche la libertà di pensiero ormai sarà impossibile in questa Europa di tecnocrati… Prego il Rosario giorno e notte che il governo cada e che al parlamento europeo i deputati votino CONTRO le proposte folli della commisione ursulana!

  2. La mia impressione è che in Europa e sopra tutto a Bruxelles piaccia il vino dolce bevuto al mattino prima del caffè. Pensavo che Ursula V.L fosse una risorsa, ma mi sbagliavo ha la testa di una bambina che fa i capricci e batte i piedi. L’ Europa con queste teste può solo far scoppiare una guerra nucleare . In nome di una democrazia occidentale vuole conformare le nazioni a sua immagine e somiglianza, ma le cose non stanno così, bisogna tener conto della storia degli stati delle etnie, del modo di pensare. L’Europa è quella che manda i missionari a convertire le genti dell’ Amazzonia e a portar loro la civiltà. Le genti dell’ Amazzonia non hanno bisogno di democrazia europeista, vivono bene come sono, anche senza camicia e senza bot in banca, ma l’ Europa non lo vuol capire. Fino ad oggi quando ho visto esportare la democrazia europeista ed atlantista ho sempre visto migliaia di morti, con grandi profitti ai venditori di armi, che sostengono il governo Biden. Ci chiedono di formare un quadrato contro la Russia, ma la Russia ci da il gas e senza gas, al netto delle balle che ci propinano sulla autonomia energetica, Italia e Germania sono morte. Si calcola che se tutto andasse per il meglio, potremmo essere meno dipendenti dal gas e petrolio russo in 4 anni, e nel frattempo cosa fanno le industrie, chiudono, per riaprire in altre parti del mondo? Le sanzioni di Draghi colpiscono solo marginalmente la Russia ma direttamente l’ Europa, mentre gli americani, gli artefici del conflitto pensano a guadagnare dalla nostra sudditanza. Siamo lo zerbino di Biden e la guerra se dovesse scoppiare sarà in Europa non in America. Vogliamo una guerra nucleare e centinaia di milioni di morti, allora seguiamo Biden ed i suoi scagnozzi.

    • Tralasciando le questioni economiche e di Potenza legate alle motivazioni di questa guerra e concentrandoci solo sulle motivazioni “IDEALI” e politiche, chi mi può spiegare come mai la Russia e Putin fanno la guerra a coloro che chiamano “nazisti” e lo fanno in nome della difesa della Patria, Famiglia, e religione contro le degenerazioni dell’Occidente in mano alle “depravazioni” omosessuali?? Ci sono i veri nazisti??
      Come mai Biden che è di estrema sinistra e sembra che stia consegnando l ‘America agli afro-amEricani togliendo incarichi alle persone di origine europea”??
      Chi mi sa spiegare queste contraddizioni??

  3. Difenderci dalle autocrazie?? Secondo me ci sono autocrazie buone e autocrazie cattive come ci sono democrazie buone e democrazie cattive. Dipende dal contesto storico e da che cosa fanno. Il buono e il cattivo sono concetti soggettivi e rincorrere il BENE e il Buono è un esercizio antidemocratico perché quello che è bello e buono per me può essere indigesto e intollerabile per altri. Se non capiamo questa verità e non cerchiamo di gestirne le conseguenze allora siamo ciechi di fronte alla realtà delle cose.
    Dio ci salvi da certe Democrazie!! Ricordate la guerra di Libia che ci fu imposta pena di finire come hanno fatto poi finire la stessa. Quelli bombardavano anche noi.
    Il peggiore guaio dell’Europa è che è SERVA degli anglosassoni che ci considerano come fastidiosi insetti con cui si è abbligati a convivere.
    All’Europa serve una lingua unica e un sentimento di lealtà gli uni verso gli altri. Tedeschi cattivi, italiani traditori, francesi altezzosi, ecc, ecc e poi fascisti e antifascisti e chi più ne ha più ne metta.
    Dobbiamo essere solidali e volerci bene, anche perché ci conviene in quanto è in gioco la nostra sopravvivenza come persone libere. Se manca questo requisito e quest consapevolezza qualsiasi sistema di governo fallirà.
    Gallozzi Ferdinando

  4. Le tradizioni di un popolo, pur necessitando di adattamento all’evolversi della società, ne costituiscono il nerbo il quale si traduce in coesione, mutuo soccorso e fermezza d’intenti.
    Questa identità è temuta da molte élites essendo ostacolo principale al plagio di massa.
    Stupida valutazione in quanto un vero statista, non politicante, saprebbe creare osmosi tra varie etnie, convogliando queste potenzialità e valorizzandole nel contempo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,377FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati