Ue, Procaccini (FdI-Ecr): è passato un tempo congruo dall’ultimo Consiglio europeo per valutare la decisione di porre, finalmente, un tetto al costo del gas, da cui dipende, come sappiamo, il costo di tutta l’energia elettrica

“E’ passato un tempo congruo dall’ultimo Consiglio europeo per valutare la decisione di porre, finalmente, un tetto al costo del gas, da cui dipende, come sappiamo, il costo di tutta l’energia elettrica. Ebbene, è finita la speculazione sul mercato di Amsterdam, il prezzo del gas per megawatt/ora ieri è crollato a 51 euro e 40 centesimi”. Così l’eurodeputato di FdI- Ecr Nicola Procaccini, responsabile dipartimento energia e ambiente di FdI, intervenendo in Plenaria a Strasburgo sulle conclusioni del Conclusioni del Consiglio europeo del 15 dicembre. “Uno degli irriducibili avversari del price cap è stato il governo socialista tedesco, il cui ministro dell’Economia Robert Habeck, dei Verdi, ha testualmente detto oggi: “È vero, ad agosto abbiamo distrutto il mercato del gas e fatto salire i prezzi fino a 350 euro a megawattora, ma dovevamo riempire gli stoccaggi e credo che abbiamo fatto la cosa giusta”. “No, non è stata la cosa giusta. È stata una scelta suicida che ha arricchito Putin, che è costata 200 miliardi di euro ai cittadini tedeschi, decine di miliardi a quelli italiani, che ha causato sofferenze atroci alle imprese e alle famiglie del resto d’Europa”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Discussioni

12,063FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati