Ue. Rauti (FdI): governo conferma esclusione Italia da asse franco tedesco su ‘Main ground combat system’

“Oggi in Commissione Difesa al Senato il governo ha risposto all’interrogazione che ho presentato riguardo all’esclusione dell’Italia dal progetto franco-tedesco denominato ‘Main Ground Combat System’, che prevede lo sviluppo di un nuovo carro armato da combattimento al fine di sostituire, entro il 2035, i Leopard 2 ed i Leclerc con la condivisione al 50 per cento dei costi del progetto e la conseguente ripartizione dei diritti di proprietà. Ebbene, il governo ha annunciato di una possibile apertura del partenariato franco-tedesco o, in alternativa, all’individuazione di altri partners strategici per la realizzazione di un carro armato europeo. In realtà, si tratta soltanto di auspici e speranze, mentre la realtà dei fatti sancisce altro e cioè conferma, nuovamente, la forte volontà politica franco-tedesca di escluderci. Senza contare che in vista del 2035 è indispensabile disegnare già ora il futuro degli assetti terrestri e definire la nostra partecipazione a un progetto multinazionale di Main Battle tanks (MBT) che veda protagonista l’industria italiana della difesa. Infine, il quadro geostrategico post Covid-19 è ancora più instabile e questo rende più urgente e necessaria la sicurezza globale, non soltanto sul piano militare. Per questo dovrebbe essere maggiore l’impegno dell’Italia in programmi comuni europei e in accordi, caratterizzati dalla forte capacità industriale e capaci di avere una visione geopolitica strategica”. Lo dichiara la senatrice di Fratelli d’Italia, Isabella Rauti, capogruppo di in Commissione Difesa.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,496FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati