: vietato l’ se il ha

Mezzo mondo ora griderà allo scandalo, a un “periodo triste” per i diritti all’, ma bisogna anche accettare l’idea che sui temi etici i sentimenti siano diversi e anche le soluzioni scelte possano differire grandemente tra loro. Lo Stato americano della ha approvato una legislazione che bandisce gli aborti dopo che sia stato rilevato un fetale. Se il disegno di legge fosse firmato dal governatore repubblicano dello Stato, Brian Kemp, che si era fortemente impegnato a favore di leggi più severe in materia, diventerà uno dei più repressivi divieti all’ di tutti gli Stati Uniti.

Attualmente la legge della permette alle donne di effettuare un durante le prime 20 settimane della . Ora, se il disegno di legge dovesse ottenere la firma del governatore, la restrizione sarebbe notevolissima, considerando che è possibile rilevare il già in un embrione di sei settimane, cioè di solito prima che una donna si renda conto di essere incinta. Nel disegno di legge vengono riportate come eccezioni lo stupro e l’incesto – sempre che esista una precedente denuncia ufficiale del reato subito – oppure se è necessario per salvare la vita alla madre. E’ previsto anche l’ nel caso in cui il presentasse gravi problemi medici.

“La apprezza la vita”, ha detto Kemp in una dichiarazione di venerdì. “L’azione coraggiosa del legislatore riafferma le nostre priorità e chi siamo come Stato”. Subito dopo il pronunciamento del Governatore, sono scoppiati disordini e tafferugli, e si è creata una manifestazione spontanea quando diversi parlamentari democratici sceglievano di protestare contro il disegno di legge direttamente nelle sale del Campidoglio. A questo punto intervenivano le forze dell’ordine, che intimavano ai manifestanti di interrompere quella specie di assedio e di disperdersi o altrimenti sarebbero scattati gli arresti. Così il grosso della manifestazione si scioglieva ma sempre con tantissimi manifestanti che si allontanavano dalla piazza al grido “vergogna, vergogna”.

Con questo disegno di legge, la si unisce a un gruppo di Stati controllati dal Gop (the Grand Old Party: the Republican political party in the US), Stati che si pongono l’obiettivo di arrivare a leggi che rendano praticamente impossibile l’ volontario legale. Secondo la giurisprudenza americana, lo scopo è quindi quello di avere un caso da portare davanti alla Corte Suprema degli Stati Uniti per contestare la sentenza del 1973 (Roe vs Wade) che in pratica ha ottenuto la legalizzazione dell’ a livello nazionale. A rendere ottimisti in proposito gli esponenti conservatori antiabortisti, è anche la nuova struttura della Corte Suprema che ora include i due nominati di Donald Trump, Gorsuch e Kavanaugh.

RK Montanari
RK Montanarihttps://www.lavocedelpatriota.it
Viaggiatrice instancabile, appassionata di fantasy, innamorata della sua Italia.
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

18,275FansLike
4,191FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x