Variante Montalese, Capecchi (FdI): “Persi dieci anni per colpa del Pd”

“I 175mila euro previsti non saranno sufficienti nemmeno per realizzare lo studio di fattibilità, perché la soluzione progettuale è complessa. Va convocato subito il tavolo tecnico per recuperare il tempo perso, tavolo a cui far partecipare anche i Comitati che ben conoscono il territorio”

“Sono stati persi dieci anni per colpa del Pd! Vorremmo ricordare al Partito Democratico e a Federica Fratoni che fu la maggioranza di Sinistra, nel 2012, a non voler inserire il tracciato della variante Montalese nel regolamento urbanistico. Noi, invece, stiamo lavorando per inserirlo all’interno della pianificazione e ci siamo fatti promotori dell’accordo, identificato con il protocollo di intesa fra Regione, Provincia e Comune, per lo studio di fattibilità” dichiara il Consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Alessandro Capecchi, vicepresidente della Commissione Trasporti.

“La cosa migliore è, non soltanto realizzare la variante Montalese, ma anche il collegamento con l’asse dei vivai così da snellire il traffico sulla Montalese stessa e nella zona industriale di Pistoia collegata con l’autostrada ma anche verso est con Montemurlo e Prato. Un’operazione che costerà diversi milioni di euro, per cui i 175mila euro previsti non saranno sufficienti nemmeno per realizzare lo studio di fattibilità della variante (ne servono almeno 400 mila euro) perché la soluzione progettuale è complessa e devono essere realizzati anche gli studi geologici. Del resto, siamo in grave ritardo perché nel 2012 l’opera fu stralciata dal piano urbanistico -ricorda Capecchi- Per quanto riguarda il finanziamento, ci aspettiamo un intervento da parte della Regione. E’, infatti, una strada di interesse extra-provinciale, perché il tracciato all’interno della provincia di Pistoia andrebbe a connettersi con la viabilità tra Montale, Montemurlo e Prato venendo a costituire una valida alternativa rispetto all’autostrada, alla Montalese ed anche alla vecchia Pratese. Un’operazione che deve essere portata avanti in tempi rapidi. Per recuperare il tempo perso, va convocato subito il tavolo tecnico, che fino ad ora non è stato convocato proprio in attesa del finanziamento. Al tavolo tecnico, in cui dovrà essere individuato il tracciato migliore, devono partecipare anche i Comitati, che ben conoscono il territorio”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,376FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati