Verità scomode sullo

122 views

Il più rosso della storia torna a proporre lo , spacciandolo come battaglia di civiltà. La proposta è sorretta da strampalate dichiarazioni come quella rilasciata ieri da Fioramonti, neo Ministro all’Istruzione, che ritiene si debba, in nome del laicismo, eliminare il crocefisso dalle aule scolastiche. È la solita sindrome della sinistra: il progresso passerebbe attraverso l’annichilimento di qualsiasi identità, il superamento dei confini, l’abbassamento delle misure di sicurezza e delle cautele nel riconoscimento della . Noi siamo convinti che, al contrario, nella difesa strenua dei confini per cui morirono i nostri padri, nella certezza della propria identità e nella salvaguardia di un popolo risiedono i presupposti per un dialogo sicuro e pacifico con l’altro. Per questo ribadiamo il nostro “No” allo . I numeri della emigrazione italiana sono disarmanti: nel solo 2017, 285 mila cittadini hanno abbandonato la Penisola ed i numeri sono in costante crescita. Chi resta rinuncia a solide aspettative lavorative (al Sud 1 giovane su 2 é disoccupato) e si allontana sempre più il sogno di costruire una famiglia e vivere una vita normale nella propria terra. Questi dati emergenziali costituiscono una priorità per il che dovrebbe nel benessere del popolo italiano trovare il motore della propria azione? Evidentemente no!

La priorità è conferire, in un anomalo automatismo, la italiana ad un milione circa di soggetti. L’argomento più frequentemente impiegato: bisogna tutelare i minori nati in Italia, benché figli di genitori stranieri. Argomento chiaramente specioso: in nulla un bambino nato in Italia, ne un minore arrivatoci, subisce restrizioni di tutela. Come tutti accede all’istruzione, al sistema sanitario, ai servizi pubblici. Anzi, legare la del minorenne a quella dei genitori consente, nel caso in cui questi decidano di far ritorno nel Paese di origine, di non renderlo straniero in casa propria. Ma si sa, presentare una riforma intrisa di ideologia e politicamente orientata come necessaria alle esigenze dei minori, puntando quindi sul piano emozionale, fa sempre comodo ad una certa sinistra.

Un secondo aspetto da non sottovalutare che una legge del genere sortirebbe é quello di incoraggiamento all’. Quanti stranieri approfitterebbero di questa politica per far nascere i propri figli in Italia assicurandosi un futuro nel nostro Paese? É utile sollecitare nuovi ingressi in un momento storico come quello che viviamo, affetto dalla penuria economica e dal conflitto sociale ingenerato in buona parte dell’ incontrollata e quindi priva di percorsi effettivi di integrazione?

Ancora: spesso i sostenitori dello lo prospettano come un orizzonte necessario, un risultato a cui prima o dopo bisognerà approdare. Falso. Lo è tipico dei paesi anglosassoni (nazioni con condizioni economiche ben differenti dalla nostra) ma la maggior parte degli Stati non lo adotta. L’Italia, inoltre, è in vetta alle classifiche europee in tema di concessione della : più di 200 all’anno, superando Londra, Madrid, Lisbona. Quali sono le ragioni che giustificano un incremento ulteriore?

La verità è che la nostra Nazione, come più in generale l’Europa, è costretta in un periodo di denatalità senza precedenti e di emigrazione diffusa, se a questo aggiungiamo automatismo nella e scriteriata, è intuitiva la conclusione: nel volgere di qualche decennio saremo fagocitati da alte culture, nè migliori né peggiori ma sicuramente non nostre. È giusto, è opportuno, è saggio o piuttosto suicida rinunciare a se stessi in nome di un presunto progresso?

Fabio Roscani
Fabio Roscani
Presidente di Gioventù Nazionale
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

17,961FansLike
4,058FollowersFollow

Leggi anche

Il Comma 22 dell’intellettuale di Destra.

Novembre 2020, in un’Italia forzatamente sonnachiosa e chiusa in se stessa al termine di un anno in cui i giorni sembrano tutti uguali, due...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

Il Comma 22 dell’intellettuale di Destra.

Novembre 2020, in un’Italia forzatamente sonnachiosa e chiusa in se stessa al termine di un anno in cui i giorni sembrano tutti uguali, due...

Italia e multilateralismo: una prerogativa delle sinistre?

La scorsa settimana è stato celebrato il 17° anniversario della strage di Nassirya che nel novembre del 2003 costò la vita a 19 connazionali...

Sinistri al Governo: la piddina gioisce perchè il vaccino covid spunta dopo la “sconfitta” di Trump

Il sottosegretario alla salute, la democratica Sandra Zampa, twitta abomini dal pulpito dell’infallibilità sinistrorsa. È di ieri un messaggio che ha dell’inquietante “Ho molto...

Bufera comunista sulla nota del provveditore marchigiano che celebra il 4 novembre.

Il dirigente scolastico regionale delle Marche Marco Ugo Filisetti, in occasione del 4 novembre, festa dell’unità nazionale e delle forze armate, nonché commemorazione della...
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x