Viabilità, Veneri (FdI): “L’ennesima frana dimostra che la messa in sicurezza del passo dei Mandrioli non è più rinviabile”

“Non ci sono stati feriti per semplice casualità visto che i massi che ostruivano la sede stradale erano di dimensioni importanti. La Toscana si confronti con l’Emilia-Romagna e apra un tavolo di riflessione per interventi strutturali e congiunti”

“L’ennesima frana dimostra che la messa in sicurezza del passo dei Mandrioli non è più rinviabile. I grossi massi caduti sulla sede stradale, sul versante romagnolo della strada provinciale che da Bagno di Romagna collega Badia Prataglia, rimarcano le responsabilità di un immobilismo che va avanti da anni. Anche questa volta solo la casualità ha evitato feriti visto che i massi che ostruivano la sede stradale erano di dimensioni importanti –dichiara il Consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Gabriele Veneri- Si tratta di una strada da sempre interessata da movimenti franosi ma gli interventi di manutenzione avvengono soltanto sul singolo episodio rincorrendo una sistematica emergenza, mentre sarebbe invece urgente un intervento complessivo e strutturale. La Toscana dovrebbe confrontarsi con l’Emilia-Romagna e aprire un tavolo di riflessione. Torniamo a chiederci come mai, visto che la strada avrebbe bisogno di essere urgentemente messa in sicurezza, la mozione presentata da Fratelli d’Italia circa un anno fa sia stata bocciata dal Pd e dalla maggioranza in Consiglio regionale con la motivazione che tante criticità erano state superate e che comunque servivano i tempi necessari per risolvere i problemi. La verità è che c’è una viabilità di serie A ed una di serie B. Evidentemente per chi governa la regione toscana la provincia di Arezzo viene considerata di serie B. Tante parole, pochi interventi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,392FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati