Viareggio, Tofanelli (FdI): Necessario riqualificare il viale Puccini

E’ quanto mai necessario intervenire con un progetto di riqualificazione del Viale Puccini a Torre del Lago, anche in vista dell’autunno 2024, quando si celebrerà il centenario della morte del Maestro Giacomo Puccini. Sarà una grande opportunità per Torre del Lago Puccini e Viareggio, un evento culturale di ampia portata che non mancherà di avere una potente risonanza mondiale.
A parlare il Capogruppo Viareggio Carlalberto Tofanelli.
Se si sarà in grado di coglierli, i benefici che ne deriveranno saranno molti e tra questi saranno considerevoli i risvolti economici per il nostro territorio nell’immediato e negli anni futuri. Infatti anche nella considerazione che il 2026 ci regalerà la ricorrenza dei cento anni dalla prima rappresentazione di Turandot dare una continuità temporale ai due eventi potrebbe costituire un impulso significativo alla qualità del Festival Pucciniano e con esso ai suoi luoghi nel tempo.
Non ultima, da ricordare la candidatura di Viareggio capitale della cultura per l’anno 2024, il cui esito è sì incerto, ma di per sè produrrà interesse per tutti gli aspetti culturali della città, rafforzando l’immagine di Viareggio e di Torre del Lago.
In vista di una straordinaria prospettiva quale si annuncia, ecco che entra in gioco la capacità dell’amministrazione di individuare degli obiettivi strategici anche nel piano Triennale delle opere pubbliche. Solo il rifacimento del Belvedere attualmente previsto nel piano non è sufficiente ad imprimere quel cambiamento che gli eventi meritano e ci impongono di realizzare.
Lasciare il Viale Puccini nelle condizioni attuali significherebbe non avere nè visione nè gusto rispetto al prossimo futuro – prosegue Tofanelli – non solo perché il Viale non rende onore al Maestro Puccini di cui porta il nome, ma anche perchè rappresenta la principale strada di accesso a quel particolare “milieu” Pucciniano dove più si focalizzeranno gli eventi del centenario. Dunque una riqualificazione orientata a farlo uscire dall’anonimato attraverso una caratterizzazione di matrice Pucciniana che ponga tra le priorità l’ inserimento di elementi di arredo urbano che richiamino alla musica e alla vita del Maestro, dare maggiore dignità estetica in particolare nel tratto più sconcio attraversato dalla variante e dall’autostrada, rielaborare gli spazi pedonali per darne maggiore fruibilità e gradevolezza al passante che oggi è costretto in un percorso ostico e angusto.
Un progetto che potrebbe anche arrivare a ripensare l’attuale viabilità e al quale dovrebbero essere coinvolte giovani competenze, da ricercare nell’ambito locale ma anche tramite un concorso internazionale magari finanziato con contributi europei.
Non c’è tempo da perdere, vogliamo conoscere da subito le intenzioni di questa amministrazione perché riteniamo che i prossimi anni siano cruciali per lo sviluppo di Torre del Lago Puccini e di Viareggio.
Si tratta di dare lustro ad una frazione da troppo tempo abbandonata e di conseguenza a Viareggio, una frazione ricca di un patrimonio culturale inestimabile che deve essere valorizzato.
Nel consiglio del 30 agosto prossimo sarà all’attenzione del consiglio una mozione da noi presentata – conclude – dove chiediamo all’amministrazione di inserire il progetto nella prossima variazione del Piano Triennale delle Opere Pubbliche, e qui vedremo chi è interessato alla bellezza.

Carlalberto Tofanelli, Capogruppo Viareggio

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,932FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x