Video. Assalto di sinistra al Presepe vivente con i bambini: “fascisti”.

Circa cinquanta persone hanno interrotto questo sabato, intorno alle 16, il presepe vivente che si è svolto a Place Saint-Georges a Tolosa, in Francia, con la partecipazione dei bambini al “Gioco della Natività”.

Urlavano “ferma i fascisti!” Insieme a “noi siamo gli anticapitalisti!” proferendo un torrente di insulti verso i bambini e gli organizzatori, riferisce La Depeche . Naturalmente i bambini si sono spaventati e il presepe è stato chiuso due ore prima del previsto e solo un’ora dopo l’inizio.

Tutto era iniziato bene, intorno alle 15:00, con un presepe vivente “vecchio stile” organizzato dall’associazione Vivre Noël grazie alla quale erano stati programmati diversi cori, che si dovevano susseguire ogni mezz’ora: con la riproduzione di Bach, Vivaldi, Donzetti, la corale dei domenicani e anche delle voci stile gospel oltre Coro Evangelico, ma gli unici cori che si sono sentiti sono stati quelli di disprezzo intonati dagli antagonisti della sinistra francese.

Cécile, una delle organizzatrici ha detto: “Era peggio ai primi tempi dei cristiani, coloro che si lamentano per il presepe non sanno che Gesù non era un borghese, ma un povero, indigente. Mi dispiace per loro ”, ha concluso.

Dura la reazione del Vescovo che in un comunicato ha dichiarato quanto segue. “Sabato sera, una cinquantina di manifestanti hanno interrotto, a Tolosa, il presepe vivente organizzato dall’associazione secolare” Vivere il Natale in modo diverso “. Questa gioiosa dimostrazione durante la quale vengono cantate le canzoni delle feste di Natale, i presepi interpretati da bambini e adulti, aiutati da più animali, non hanno altro scopo se non quello di dare profondità a questa celebrazione. Come arcivescovo di Tolosa, deploro che il semplice promemoria della nascita di Gesù e dei valori che trasmette (accogliere lo straniero, annunciare la Pace e un segno di tenerezza di cui tutti abbiamo bisogno) non è più rispettato nel nostro paese e suscita persino atti di violenza fisica e verbale da parte di coloro che si sono messi in difesa della libertà. Invito tutti a difendere pacificamente la libertà di espressione e a rispettare la storia e le tradizioni del nostro paese “.

Il sindaco di Tolosa Jean-Luc Moudenc nel frattempo “ha condannato il comportamento irresponsabile dei manifestanti” in un tweet pubblicato questa domenica.

Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,971FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x