Video | Covid, funzionari comunisti cinesi “sigillano” la gente in casa.

Lockdown cinese: per impedire ai residenti di lasciare i loro appartamenti durante il blocco, alcuni funzionari del regime cinesi impegnati nella lotta contro la pandemia hanno utilizzato fil di ferro, lucchetti e chiavistelli per barricare le porte dall’esterno nella provincia di Hebei, nella Cina settentrionale.

Le misure si applicano a coloro che si rifiutano di consegnare volontariamente le chiavi dell’appartamento in modo che possano essere rinchiusi dall’esterno, secondo la pubblicazione indipendente Caixin Global.

I hanno suscitato indignazione online, con gli utenti dei social media che hanno sottolineato che le misure rischiavano di mettere in pericolo la vita delle persone poiché non avrebbero potuto lasciare le loro case in caso di emergenza.

Le autorità della contea di Qianan hanno accusato le singole comunità residenziali dei loro “mezzi semplicistici e radicali” per tenere sotto controllo il Covid.

“Stiamo indagando e modificheremo la politica”, ha scritto l’Ufficio per la prevenzione e il controllo della pandemia di Qianan sull’app cinese WeChat. “Stiamo anche valutando la possibilità di installare allarmi per sostituire i metodi attuali”.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,402FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati