Voto pdl emendamento keu, Capecchi (FdI): “Senza l’inchiesta il Pd avrebbe continuato a tacere”

“La giunta Rossi sapeva del parere negativo dell'ufficio ambiente”

“Finalmente si è fatto vedere in commissione Ambiente, del resto la firma sulla proposta di legge per cancellare l’ della ‘vergogna’ è sua. Se non fosse stato per l’ della magistratura a tutt’oggi nulla sarebbe cambiato perché il avrebbe continuato a tacere e niente sarebbe venuto alla luce. Questo nonostante il ricorso del Governo alla Corte Costituzionale contro gli articoli incriminati della legge regionale 32 e, come appreso stamani in commissione, nonostante una relazione negativa dell’ufficio ambiente su una richiesta di modifica della stessa legge (modifica poi direttamente trasformatasi nel noto ) risalente al 2018! Non ci sono più dubbi ormai, è evidente che la giunta Rossi era a conoscenza delle controversie dell’ incriminato ma ha comunque deciso di procedere per farlo approvare”. È quanto afferma il consigliere regionale e vicepresidente della commissione Ambiente Alessandro Capecchi.

“Ciò che mi preme sottolineare è che la fretta è stata cattiva consigliera già lo scorso anno, quando l’allora presidente del consiglio regionale Eugenio fece approvare l’ che ha fatto scoppiare la vicenda legata all’ ‘keu’, oggi era necessario non ripetere lo stesso errore – sottolinea Capecchi -. Per questo la scorsa settimana, prima di andare a votare la proposta di legge, ho voluto richiedere un ulteriore passaggio in commissione Ambiente alla presenza dell’assessore competente e del presidente . Agli uffici è stato chiesto di mettere in piedi nel giro di pochi giorni una modifica di legge su un argomento complesso e delicato come quello dello smaltimento dei reflui civili e industriali, con impianti che naturalmente hanno un notevole impatto sull’ambiente”.

“Questo tipo di smaltimento deve essere regolato, non si può continuare ad andare avanti con le deroghe e per quanto riguarda gli accordi di programma concessi agli impianti è necessario verificare che vengano effettivamente messi in atto. Oltre al fatto che gli uffici regionali del legislativo e gli uffici sotto la direzione ambientale interpretano la norma in modo differente. Questa diversa interpretazione deve essere sanata al più presto nell’interesse di tutti i toscani”, ha fatto notare il consigliere.

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,228FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x