Willy, Rampelli (VPC-FDI): perche’ non sono stati fermati prima?

“Sgomento per la tragedia di Willy. Ancora più doloroso è vedere nella galleria delle immagini, le espressioni di gioia, di dolcezza della giovane vittima e le espressioni truci, volgari, violente, dei due fratelli mentre mettevano in bella mostra muscoli e tatuaggi. Vitalità da una parte e brutalità dall’altra. Willy, che ha pagato con la vita la sua generosità nel tentativo di sedare una lite, resterà un esempio al quale far ispirare i ragazzi del nostro tempo. Se – come pare – i due fratelli, dei quattro giovani del gruppo punitivo, avevano precedenti per rissa e spaccio, e in paese erano noti e temuti, ci domandiamo cosa non abbia funzionato nella società, nella scuola dell’obbligo, gravida di assistenti sociali, psicologi, centri d’ascolto. Perché nessuno di questi soggetti ha trovato lo spazio per intervenire, cosa è mancato per poterli fermare prima? La prova d’appello che rimane ora a disposizione per lasciare un segno e onorare Willy è il giudizio dei tribunali, se falliranno anche loro questa infezione di disvalori continuerà a propagarsi inesorabilmente”.

È quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,182FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati