Zucconi (FdI): Pasqua in zona rossa ma spostamenti all’estero consentiti, una beffa per il italiano

Il fatto che a Pasqua non ci si possa spostare tra regioni, ma che sia consentito prendere un aereo per le Canarie è a dir poco un controsenso.
In pratica ad oggi non sono consentiti per decreto spostamenti nelle zone rosse se non per comprovati motivi di o estrema necessità, ma questo non vale se si deve raggiungere un e volare all’estero in vacanza.
In tutto questo a mancare, oltre ad una buona dose di buonsenso, è il principio di equità a discapito delle nostre strutture alberghiere. Possibile che gli albergatori, oltre a tutte le perdite già subite, siano costretti ad assistere a viaggi e spostamenti degli all’estero? Consentendo in questo modo una fuga anche economica, con il rischio oltretutto di portare nuovi contagi al rientro.
Le strutture alberghiere hanno subito perdite che toccano punte del 90%, per non parlare delle località sciistiche che non lavorano da oltre un anno e quelle costiere, che attendevano la Pasqua per poter riaprire.
E il governo cosa fa? Invece di permettere riaperture in , prevede con il Decreto Sostegni aiuti del tutto insufficienti e consente al contempo agli di partire per una crociera nel Mediterraneo: occorre quanto prima un’inversione di marcia, altrimenti a rischiare sarà anche la stagione estiva.
Se è permesso viaggiare all’estero con un tampone all’andata e uno al ritorno, allora deve essere consentito anche per gli alberghi : la legge deve valere per tutti.

Lo dichiara Riccardo , deputato di Fratelli d’ e Capogruppo FdI in X Commissione – Attività Produttive, commercio e

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

18,510FansLike
5,565FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x