Francia, la cristianofobia è aumentata del 300% in 10 anni. Cresce anche in Europa.

Il numero di incidenti anticristiani registrati ufficialmente in Francia è aumentato del 285 per cento tra il 2008 e il 2019, secondo Ellen Fantini, direttore dell’Osservatorio sull’intolleranza e la discriminazione contro i cristiani in Europa (OIDACE) con sede a Vienna.

Parlando con la Catholic News Agency (CNA), Fantini ha affermato che la tendenza all’aumento degli attacchi è particolarmente degna di nota in Francia, come il recente attacco incendiario alla cattedrale di Nantes, ma è evidente anche altrove.

Citando i dati forniti all’OSCE (Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa), i crimini anticristiani nel Regno Unito sono raddoppiati dal 2017 al 2018, ha detto Fantini. “Sappiamo che stanno crescendo anche in Spagna, Germania e Svezia.”

Nel suo rapporto del 2019 , OIDACE ha narrato l’aumento della persecuzione cristiana in tutta Europa, indicando che “è aumentato il numero di chiese, simboli cristiani e cimiteri in Europa vandalizzate, profanate e bruciate, rispetto agli anni precedenti”.

Inoltre, secondo il rapporto, in tutta Europa, “i cristiani sono stati licenziati, citati in giudizio e persino arrestati per aver esercitato la loro libertà di espressione o coscienza”.

“Come abbiamo notato in passato, i cristiani in Europa non stanno semplicemente subendo discriminazioni sociali, pregiudizi o restrizioni alla libertà. I cristiani, incluso il clero, sono stati attaccati o uccisi per la loro fede. Come negli anni precedenti, abbiamo continuato a vedere minacce e attacchi contro i convertiti cristiani dall’Islam “, afferma il rapporto.

Il rapporto di 64 pagine offre descrizioni sintetiche di oltre 325 casi di intolleranza e discriminazione contro i cristiani in Europa per l’anno 2018.

Il rapporto cita anche le statistiche annuali ufficiali sulla criminalità per il 2018 fornite dal Ministero degli Interni francese, che includeva 1063 “atti anticristiani” e mostrava che nel decennio 2008-2018, si è registrato un aumento di circa il 250 percento in attacchi a siti cristiani.

I siti cristiani in Europa hanno subito un numero record di attacchi nel 2019, con circa 3000 chiese, scuole, cimiteri e monumenti cristiani vandalizzati, saccheggiati o deturpati.

Un altro rapporto che include gli atti anticristiani perpetrati durante il 2019 ha rivelato una serie di profanazioni tra cui incendio doloso, defecazione, profanazione, saccheggio, offesa, satanismo, furto, minzione e atti vandalici.

Il maggior numero di atti di violenza contro i siti cristiani si è verificato in Francia, dove chiese, scuole, cimiteri e monumenti “vengono vandalizzati, profanati e bruciati ad un tasso medio di tre al giorno”, secondo i rapporti.

Secondo il rapporto della CNA di mercoledì, il Ministero degli Interni francese ha registrato 996 atti anticristiani nel 2019 – una media di quasi tre al giorno – rilevando che la cifra reale potrebbe essere più elevata, poiché i funzionari non contano gli incendi per cause indeterminate nelle chiese di tutta la nazione.

Il mese scorso, incendiari hanno dato fuoco alla cattedrale di Saint-Pierre a Rennes ma sono stati contrastati dai vigili del fuoco che sono arrivati ​​in tempo per spegnere l’incendio prima che venissero fatti gravi danni. La cattedrale di Nantes del XV secolo non è stata così fortunata, ha subito notevoli danni dopo essere stata incendiata la scorsa settimana.

La Germania non è molto indietro, tuttavia, con attacchi contro le chiese cristiane che si verificano in media di due al giorno. Nel frattempo, gli attacchi a chiese e simboli cristiani sono avvenuti regolarmente nel 2019 anche in Belgio, Regno Unito, Danimarca, Irlanda, Italia e Spagna.

Lo stesso Vaticano ha denunciato l’ascesa di crimini di odio anticristiano in tutta Europa.

Parlando a maggio a nome della Santa Sede, mons. Janusz Urbańczyk ha sottolineato la gravità della violenza anticristiana in un discorso durante una conferenza dell’OSCE sull’intolleranza e la discriminazione.

Mons. Urbańczyk ha notato il preoccupante aumento di atti esplicitamente anticristiani in tutta Europa, tra cui “minacce, attacchi violenti, omicidi e profanazioni di chiese e luoghi di culto, cimiteri e altre proprietà religiose”.

Nel suo discorso, Urbańczyk ha aggiunto la sua preoccupazione per la crescita della falsa idea “che le religioni potrebbero avere un impatto negativo o rappresentare una minaccia per il benessere delle nostre società”.

Fonte: Breitbart
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,969FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x