Ambiente. Governo UK pensa a “Proposta Meloni” dei dazi di civiltà.

Il Regno Unito potrebbe aumentare le tasse sulle importazioni dai paesi che non riescono ad affrontare il cambiamento climatico.

Il Governo Conservatore di Boris Johnson sta valutando quella che è da sempre una proposta di Fratelli d’Italia sul tema della tutela ambientale.

Il segretario all’ambiente George Eustice ha infatti dichiarato domenica alla BBC che mentre il Regno Unito cercherà di elaborare standard multilaterali sull’ambiente, una “tassa di frontiera sul carbonio” sarebbe un’opzione per i paesi che non riducono le proprie emissioni.

“[…] non permetteremo che i produttori di questo paese siano tagliati fuori da quelli che non stanno facendo la loro parte, e non esporteremo l’inquinamento”, ha detto Eustice al programma Andrew Marr della BBC.

E sulla necessità di imporre “dazi di civiltà” a chi non fa la propria parte sull’emergenza climatica e ambientale (ma anche sui diritti dei lavoratori e le libertà individuali) era tornata Giorgia di recente, commentando il G20 svoltosi in Italia: “Felice per il prestigio alla nostra Nazione per un G20 svoltosi senza incidenti o particolari problemi. Sul clima, purtroppo ancora una volta l’Europa non ha posto sul tavolo l’unica grande arma a sua disposizione: dazi di civiltà nei confronti di chi non rispetta l’ambiente. Il libero mercato a livello mondiale può avere effetti positivi solo se equo e basato su valori e regole condivise. Dalla tutela dell’ambiente alle condizioni di lavoro, agli standard di sicurezza. Problema che neanche questa volta è stato sufficientemente affrontato”, ha detto il Presidente di Fratelli d’Italia e di ECR party.

Il partito dei patrioti italiani con il motto “chi ama la patria difende l’ambiente” è da tempo impegnato nel costruire una visione ambientalista conservatrice, lontana e distinta dalle tentazioni ambiental-populiste del “Gretismo”.

Per questo, chiede norme all’avanguardia in Europa per la tutela dell’ambiente e dazi di civiltà nei confronti dei prodotti importati da Stati che non rispettano gli standard occidentali di tutela dell’ambiente, come la Cina, lo stato più inquinante al mondo.

Ulderico de Laurentiishttp://www.uldericodelaurentiis.it
Direttore Responsabile de "La Voce del Patriota".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,407FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati