Bimbi senza cibo ne’ medicine, la cooperativa lager in Toscana che ci ricorda Bibbiano

Una vera e propria “Bibbiano della Toscana”: è quello che emerge dalle sconcertanti intercettazioni allegate agli atti dell’udienza preliminare dell’inchiesta sulla “Serinper” la cooperativa di accoglienza di minori disabili di Massa Carrara. Gli inquirenti, nel lungo fascicolo che compone l’inchiesta hanno ricostruito uno scenario davvero incredibile.

Sul “Tirreno” e “La Verità” sono infatti stati pubblicati alcuni stralci di queste intercettazioni ora che un giudice dovrà decidere sul rinvio a giudizio o meno degli indagati.

«Questo non è cibo: neanche in tempo di guerra gli davano cibo così», o ancora «La mia paura è che venga fuori che i ragazzi dicano che non mangiano, che gli viene dato solo il brodo, perché stasera è arrivata non una vellutata, ma dell’acqua sporca […] e le porzioni davvero non erano sufficienti per i ragazzi»: sono solo alcuni frammenti delle tante intercettazioni emerse in queste ore che danno l’idea di quanto potesse avvenire all’interno della “Serinper”, definito non senza qualche fondamento “coop-lager” nel centro della Toscana. È una cooperativa a cui fanno capo ben 13 strutture di accoglienza della zona, deputate ad ospitare a bimbi, ragazzi e madri in forti difficoltà familiari, sanitarie, psicologiche ed economiche. E non sarebbero coinvolti solo i vertici della “Serinper”, ma anche alcuni dipendenti, come emerge nei verbali presentati dalla Procura: alcune educatrici parlando tra loro di medicine somministrate, ammettono di non aver avuto alcuna cura nella consegna «“Forse ho sbagliato a fare la terapia”, dice una, “le ho dato delle goccine che non doveva avere […] così si sente male, guarda dovrò costituirmi (e i carabinieri annotano che la donna ride, ndr)”. L’altra le risponde: “Gliene hai date di più? Meglio, meglio: dai, è uguale”», riportano integralmente le pagine de “La Verità”. Tra docce anti-scabbia con prodotti scadenti, cibo dato in malo modo e in poche quantità, ma anche scarsità di letti, materiale sanitario e assistenziale: un quadro desolante che oltretutto era anche ben pagato, con rette che si aggiravano sui 120 euro al giorno.

L’inchiesta era emersa ai primi del dicembre 2020: alcuni dirigenti della cooperativa Serinper erano stati posti agli arresti domiciliari con l’accusa di aver assunto parenti e amici di politici locali, in cambio di vantaggi economici. Un sistema corruttivo che aveva fatto balzare i ricavi della Serinper dai 215.000 euro del 2011 a più di 2,7 milioni nel 2017. Ora di questa inchiesta cominciano ad uscire le intercettazioni, che nella loro crudezza sembrano proprio aprire uno scenario identico a quello emerso nell’indagine Angeli e demoni sui presunti affidi illeciti di Bibbiano.

Spetta ora al gup prendere una decisione finale nelle prossime settimane, anche sulla situazione particolare dell’ex giudice Rosa Russo, all’epoca onoraria del Tribunale per i Minori a Firenze: in cambio di alcuni favori, accusano i pm, avrebbe «violato in modo sistematico e continuativo i suoi doveri d’ufficio, avrebbe riferito ai dirigenti della Serinper l’esistenza delle indagini e avrebbe omesso di segnalare al Tribunale per i minori “le gravi irregolarità di cui aveva avuto notizia diretta”».

Letizia Giorgianni
O te ne stai in un angolo a compiangerti per quello che ti accade o ti rimbocchi le maniche, con la convinzione che il destino non sia scritto. Per il resto faccio cose, vedo gente e combatto contro ingiustizie e banche. Se vuoi segnalarmi qualcosa scrivimi a info@letiziagiorgianni.it

1 commento

  1. In Toscana c’è una mafia politica che si chiama PCI-PDS-PD… da oltre mezzo secolo. Vincono le elezioni solo perchè hanno regalato in anni passati lavori pubblici regionali e comunali, permessi e posti sicuri a famiglie intere poi fanno gli “antirazzisti” aiutando solo chi dicono loro. Fanno gli antirazzisti e sono i più razzisti al mondo!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,377FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati