D’Ambrosio (FdI): “Europa può riscrivere il suo destino”

«Nella “Giornata dell'Europa”, vogliamo ribadire con chiarezza la nostra idea di un'Europa confederale, in cui viga il principio di sussidiarietà, che possa finalmente riscrivere il suo destino, politico, culturale e civile.

Un'Unione che integri le nazioni in un progetto comune, riconoscendo al contempo le diversità dei popoli, le loro specifiche economie e culture. Recuperando la sua , alla quale ha abdicato. E che riscopra la sua ragione : lo sviluppo di una linea strategica condivisa -in termini militari, di politica estera, nei rapporti internazionali- per fronteggiare le turbolenze che si palesano in tutto il mondo. In modo tale da renderla libera, forte e autorevole nel contesto globale. Cos'è, invece, oggi l'UE? Un nano politico, incapace di rispondere alle crisi internazionali. Ma un gigante burocratico, ingessato in precetti economici e parametri finanziari, che regolamenta ormai ogni ambito della nostra società con provvedimenti lontani dai cittadini. Bisogna quindi ricucire lo strappo con questi ultimi, soprattutto coloro che vivono nelle aree interne della nostra Nazione. E riportare al centro del dibattito i sogni autentici delle giovani generazioni spesso macchiate da facili pregiudizi e luoghi comuni!», così Nicola D'Ambrosio, candidato di Fratelli d'Italia alle prossime elezioni europee, in occasione della Giornata dell'Europa, celebrata ogni anno il 9 maggio, quale anniversario della storica Dichiarazione Schuman del 1950.

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x