Def, Zullo (FdI): approccio opposizioni contro bene Italia

“L'approccio ‘Cassandra' delle opposizioni, improntato al catastrofismo, è contro il bene dell'Italia. Negare la positività dell'azione del di fronte alle evidenze di apprezzamento che giungono dagli italiani e da osservatori è indicativa di una incapace di misurarsi sul merito delle questioni. Il Def sviluppa previsioni sulla riduzione del deficit, sulla crescita del Pil e sul miglioramento del rapporto debito pubblico/Pil per le quali chi ama l'Italia dovrebbe fare il tifo affinché queste si realizzino. La fattibilità di queste previsioni passa attraverso un aumento della credibilità del nostro governo e del nostro Paese sui mercati e sul sostegno ai vari fattori produttivi. Serve fiducia e non catastrofismo. Serve dialogo costruttivo al quale le ‘Cassandre' non possono offrire alcun contributo. Anche sulla sanità le opposizioni si fermano alla valutazione della percentuale di Pil, senza fare i conti con la crescita del Pil. È bene far presente che nel triennio 2024-2026 la prevista crescita media annuale del 3,6% porterà a un aumento del Fondo Sanitario di circa 12,8 miliardi di euro nel triennio considerato. Pochi? Le risorse saranno sempre poche se ai numeri non si associano cambiamenti nei comportamenti di chi le gestisce e cambiamenti nei sistemi organizzativi. Mi sarei aspettato un confronto in aula su come fortificare credibilità e fiducia ma, purtroppo, siamo di fronte a forze di opposizione sterili che, oltre la negazione delle evidenze, non riesce ad andare”.

Lo dichiara il senatore di Fratelli d'Italia, Ignazio Zullo, capogruppo in commissione Sanità di Palazzo Madama.

 

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x