Desirèe, Caretta (FDI): Si è suicidata dopo tentativo adescamento a danno “risorse”?

“Quello della povera Desirèe Mariottini, secondo i giudici, non fu un omicidio volontario. Non si tratta neanche di uno stupro di gruppo, ma un banalissimo e innocente stupro a turno, magari con i mostri in fila ordinata come gli italiani non sanno neanche immaginare di stare. L’amarezza della gente e di quanti hanno voluto bene a Desirèe, davanti a certe decisioni dei magistrati, è un sentimento che sfiora anche il ministro della Giustizia Bonafede? Se non fosse così macabra e angosciante, questa vicenda sarebbe da liquidare come surreale e quello che chiedo al ministro è se intende prendere provvedimenti o vuole aspettare che per Desirèe si arrivi a ipotizzare un suicidio dopo un tentativo di adescamento a danno delle “risorse”, colpevoli solo di volersi integrare a modo loro?”. E’ quanto dichiara Maria Cristina Caretta, deputato di Fratelli d’Italia.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota
0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x