Disabili. Torselli (FdI): “Per la sinistra è etico chiedere a una madre se si vergogna del figlio disabile. L’assessore Spinelli deve dimettersi”

“La Regione Toscana non ha alcuna intenzione di ritirare il questionario. E tanto meno di scusarsi con i familiari delle persone disabili”.

“L’assessore alle politiche sociali della Regione Toscana deve dimettersi. Serena Spinelli non solo non ha alcuna intenzione di ritirare il questionario della vergogna, ma ha anche il coraggio di ritenere etico chiedere alla madre o un padre se si sente in imbarazzo per il figlio disabile. Siamo di fronte ad uno degli esempi più beceri dell’arroganza della sinistra toscana. Non c’è niente di etico nel chiedere se ci si vergogna o si prova rancore verso il proprio parente disabile. Come abbiamo già spiegato, la Regione Toscana ha adottato quel questionario 12 anni fa per testare lo stress dei caregiver familiari, si tratta di domande scientifiche che hanno oltre 30 anni. Insomma, un’era geologica dal punto di vista della ricerca scientifica e sociale. Possibile che sia a disposizione solo quello strumento? E soprattutto, perché l’assessore Spinelli lo difende così fermamente nonostante sia evidente che sia lesivo della dignità delle persone disabili e dei loro familiari?” lo dichiara Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia nel Consiglio regionale toscano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,829FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati