Dl Rave, Berrino (FdI): Daremo a giovani luoghi di aggregazione sani, no a zone franche

“Siamo stati accusati dall’opposizione di voler approvare un decreto ad hoc contro i così detti rave, come se il nostro Governo, in piena crisi energetica e con la guerra alle porte dell’Europa, non avesse cose più urgenti a cui pensare. La nostra volontà era, ed è, non permettere che in Italia esistano zone franche dove la legalità è sospesa e vogliamo tutelare, da una parte, quelle migliaia di imprenditori che per organizzare un evento devono ovviare ad una serie infinita di doveri e norme, quando chi organizza rave non deve badare alla minima regola di sicurezza, igienica e fiscale, infatti vorrei chiedere ai sostenitori dei pos della sinistra come facciano a non chiedersi come mai durante quelle feste non sia possibile effettuare pagamenti elettronici, ma dall’altra vogliamo anche respingere con forza un modello di gioventù assolutamente sbagliato. Per tutti gli scorsi 10 anni non è stato fatto nulla in questo senso, e per i giovani in generale, ma il nostro governo è diverso, noi ci impegneremo a costruire una nazione dove nessuno si senta ai margini e nel segno della legalità daremo ai nostri ragazzi luoghi di aggregazione sani.”

Lo dichiara in aula Giovanni Berrino, senatore di Fratelli d’Italia, durante la discussione generale sul Dl Rave.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Discussioni

12,085FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati