La relazione dell’atto ufficiale per l’approvazione del MES scioglie ogni dubbio a riguardo: non fu approvato dal Governo Berlusconi nel 2011 ma dal Governo Monti nel 2012. La versione del 2011 non fu mai ratificata e prevedeva l’introduzione degli Eurobond che però non piacevano a Merkel e Sarkozy. Vista l’indisponibilità di approvare il MES senza Eurobond e senza condizioni capestro, la UE ha architettato il golpe finanziario del 2011 per mettere Mario Monti e far approvare un nuovo MES, senza Eurobond e con condizioni pesantissime per espropriare la Grecia. Lo abbiamo ampiamente documentato qui: “LA VERA STORIA DEL MES, RETROSCENA DEL GOLPE FINANZIARIO DEL 2011“.

Il documento ufficiale del Senato è disponibile qui http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/00657325.pdf.

Duro il Senatore di Fratelli d’Italia Giovanbattista Fazzolari: “Governo e forze di maggioranza diffondono fake  news sul MES. Ecco i documenti: ‘Il trattato che istituisce il MES è stato sottoscritto dai 17 Paesi dell’Eurozona il 2 febbraio 2012 in una nuova versione che supera quella sottoscritta l’11 luglio 2011 (che non è stata avviata a ratifica in nessun Paese dell’Eurozona)’. Questo è l’inizio della relazione illustrativa del disegno di legge di ratifica del MES firmata dai ministri Mario Monti e Moavero Milanesi. Ora Giuseppe Conte, il M5S e il Pd chiedano scusa agli italiani per la menzogna diffusa ai quattro venti, secondo cui l’attuale Trattato MES è stato firmato dal governo di centrodestra. Il Trattato capestro, tanto caro a sinistra ed europeisti vari, è stato imposto all’Italia con il golpe finanziario del 2011 attraverso Mario Monti per salvare le banche tedesche con i soldi dei popoli europei. Invece di gettare fango su Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia e il Centrodestra Conte pensi a respingere la nuova offensiva tedesca contro gli interessi italiani”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Giovanbattista Fazzolari, responsabile nazionale del programma di FdI.