Gli chiede di spostarsi e il migrante manda il tabaccaio in ospedale. E’ grave.

Condizioni critiche per un tabaccaio operante nella stazione di Chiaiano a Napoli che si trova in prognosi riservata, nel reparto rianimazione del “Cardarelli”.

Il titolare della tabaccheria-ricevitoria della Stazione Metrò di Chiaiano, alla periferia Nord di Napoli era stato aggredito l’ 8 Giugno da un richiedente asilo della Nigeria, che lo ha colpito con un pugno.  Il diverbio con il nigeriano, un 36 enne, sarebbe nato dalla richiesta rivoltagli dal tabaccaio di spostarsi.

L’ uomo, di 52 anni, è stato operato per un ematoma cranico, dopo essere caduto al suolo. Fonti sanitarie definiscono “critiche” le sua condizioni. “Perdeva sangue dalla bocca”, hanno riferito alcuni testimoni all’ANSA.

Intanto il Viminale ha reso noto che il richiedente “è uscito dal circuito dell’ accoglienza, facendo perdere le proprie tracce” ed ha annunciato che la commissione territoriale esaminerà con procedura accelerata la sua domanda d’ asilo. “In caso di diniego, una volta uscito dal carcere, potrà essere espulso dall’ Italia”.

 

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
9,723FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati