Il futuro è conservatore

La conferenza programmatica di Fratelli d’Italia è stata un vero successo. Il partito guidato in maniera impeccabile da Giorgia Meloni, ha dimostrato tramite la sua valorosa e preparata classe dirigente -ancora una volta- tramite una poderosa macchina organizzativa che non si vedeva dai tempi della prima Repubblica di essere maturo al punto giusto per la grande sfida delle prossime elezioni politiche del 2023; questi tre giorni nel capoluogo lombardo sono stati l’apoteosi del ritorno al proficuo confronto politico tramite tavoli tematici (e non), di quel che ogni partito dovrebbe svolgere come attività comunitaria.

Una sostanziale differenza, tra uno pseudo partito di massa che con il proprio leader di turno cerca di cavalcare l’onda mediatica del momento per racimolare l’effimero consenso e quella con un partito che ha invece radici forti e sane e che cerca di navigare in pieno oceano, sta proprio in questa manifestazione che ha visto la gioia dell’impegno della comunità e della classe dirigente verso la propria civitas come gli antichi romani amavano definire la nazione, ed è cosa buona e giusta ricordare ogni tanto che mettere in risalto le questioni nazionali a discapito dei grandi ragionamenti sui sistemi massimi da salotto non è certo blasfemia.

Affermare pubblicamente alla luce del sole il proprio amore e orgoglio per il tricolore e per i suoi innumerevoli mos maiorum non è un peccato da espiare con l’autoflagellazione, come spesso e volentieri celebri esponenti dell’intellighenzia italiana in improvvisati tribunali del popolo cercano di condannare tale amore senza se e senza ma, anche grazie al prezioso ausilio di media compiacenti.

Essere conservatore in questo delicato e nefasto contesto storico e sociale, dominato dal pensiero unico del conformismo nichilista e dalla cultura woke rappresenta l’atto rivoluzionario per eccellenza. I tanti conservatori italiani dopo anni e anni di peregrinazione nel deserto arido e inospitale della politica da oggi possono finalmente avere un partito politico in cui identificarsi, avendo la massima Dulce et decorum est pro patria mori del poeta Orazio come stella cometa per la navigazione tra le sfide del quotidiano e del futuro.

17 Commenti

  1. CREDO CHE FRATELLI D’ ITALIA DEBBA FARE SUO IL PARADOSSO DI BERTRAND RUSSELL 1 DIVERSO DA 2.
    LA SOMMA DELLE PARTI È DIVERSO DAL TUTTO.
    DALL’ INDIVIDUALE ALL’ UNIVERSALE, DALL’ UNIVERSALE ALL’ INDIVIDUALE. SOLO COSÌ, INDIVIDUALE PIÙ UNIVERSALE UGUALE DUE.
    TUTTO IL RESTO È SANO E VIRTUSO VIRTUALE.

  2. Gentile signora Giorgia Meloni. Abbiamo tutto quanto serve per iniziare un nuovo RINASCIMETO.
    Ci manca una classe politica che ci creda e che abbia il coraggio di cancellare tutte le leggi, norme e normette e soprattutto che le leggi le faccio SOLO il PARLAMENTO e ne siano solo circa 6000. Sono le leggi scritte non so per chi, anche se sono un ingegnere con un lavoro alle spalle molto importante, mai mai mai ho potuto avere la certezza che avrei rispettato tutte le leggi ch non mi è possibile comprendere. questo è il vero motivo per cui cresce la delinquenza organizzata i cui figli ormai sono avvocati ed anche magistrati, sindaci e governatori di regioni. DEMPLIRE TUTTA LA STRUTTURA DI GOVERNO DEL PAESE E IN UNA SOLA LEGISLATURA RIDISEGNARE LA GOVERNANCE DELL’ITALIA. I GRANDI STATISTI LO HANNO FATTO E NOI POSSIAMO. CON STIMA
    NINO EMANUELE TOFFI

  3. Si, va bene a ritrovarsi nei conservatori. Ma penso sia arrivato il momento anche di prendere posizione rispetto ad un Europa che sta andando verso un mondialsocialismo distruttivo, globalista, ambientalista autoritarista, allineato alle posizioni del Great Reset di Davos. Vedo pochi sacerdoti che si entusiasmano del progetto di Fratelli d’Italia. Penso che qualcuno si dovrà chiedere il perchè? Forse perchè chi tratta i temi della famiglia vive in peccato mortale. In Italia i primi valori da conservare sono quelli del cattolicesimo. La destra sociale non si può realizzare senza invocare ed ascoltare i santi per la difesa della famiglia cristiana, prodromo di una patria benedetta da Dio. Vi invito a rileggere le lettere che la Beata Elena Aiello scrisse a Mussolini. E forse capiremo meglio prechè ora in Italia stiamo subendo l’autoritarismo mondialsocialista.

    • Centrato in pieno il problema dell’Europa attuale. E’ diventata una dittatura di tecnocrati non eletti, visto che decide tutto la Commissione ed il Parlamento non fa altro che ratificare. Non esiste più l’ideale europeo, visto che non esistono più ideali in politica… Solo interessi di lobby che spingono per i propri profitti con tecnocrati che eseguono le direttive del World Economic Forum (WEF) di Davos che ha piazzato le sue pedine in ogni governo nazionale.. Macron è stato young leader del WEF, Rutte l’olandese idem, la premier finlandese idem, la lista è lunga purtroppo. Piuttosto stiamo in Europa come la Svizzera, salvando la nostra sovranità e lasciamo perdere l’idea della dissoluzione dei vari paesi in una federazione governata da Bruxelles, perchè in questo caso saremmo perdenti in toto.

  4. NON SONO IO UN ADDOTTRINATO, IN QUANTO I MIEI STUDI SI SONO FERMATI ALLA QUARTA GINNASIALE DEI PRIMI ANNI CINQUANTA, SICCHE’ NON HO ERUDITE CITAZIONI DA POTER SCIORINARE, MA SOLO RIFLESSIONI DA ULTRAOTTUAGENARIO CHE HA MESSO PIEDI NEI CINQUE CONTINENTI.
    SONO SCONTENTISSIMO DI CODESTA EUROPA TANTO OSANNATA, QUANDO NOTO ESSERE MOLTO OSTILE A NOI ITALIANI E NON SOLO DAL PUNTO DI VISTA ECONOMICO.
    E QUANTO ALLA NOSTRA ITALIETTA REPUBBLICANA, POPOLARE ANTIFASCISTA, LO SONCERTO E’ VERAMENTE IMMENSO : CONSTATO, INFATTI, UNA SEMPRE PIU’ OSSESSIVA DERIVA KOMUNISTEGGIANTE INTRECCIATA A POTERI FORTI, MALAVITOSITA’ A PLURIME DENOMINAZIONI, MASSONERIA IMPERANTE E SPADRONEGGIANTE, POLITICA COACERVO DI PRIVILEGI E FAVORITISMI, MASSACRANTE AGGRESSIONE DEL CETO MEDIO PRODUTTIVO, INERZIA A FRENO DELL’INVASIONE AFROASIATICA, BEFFARDATAMENTE DEFINITA MIGRAZIONE E, DUOLE TANTO DIRLO, FAVORITA DALL’ATTUALE PONTEFICE, CHE NE FA UN CHIODO FISSO. STRAPOTERE DELLA TRIMURTI SINDACALE. INSODDISFAZIONE TOTALE E SOFFERENTE.
    F.to Gennaro Termine fu Oreste da ROGGIANO GRAVINA (COSENZA) – CALABRIA –

    • Sei un grande, Gennaro Termine. Hai centrato in pieno lo sfacelo in cui versa il nostro Bel Paese e di cui dobbiamo ringraziare i mille e mille voltagabbana che compongono questo squallido governo, un capo di stato che neppure sa leggere ciò che (forse ?) si è scritto per i suoi discorsi, un’accozzaglia di pseudo difensori dei lavoratori e non ultimo un boss in vaticano che ha sbagliato secolo.
      Avrai forse 80 anni ma sei brillantemente lucido e dai broda a moltissimi con decenni in meno.
      Onore al merito.

      • Bravissimi entrambi, sono d’accordo in pieno. Voltagabbana che dovrebbero essere costretti a dimettersi, visto che hanno ingannato i loro elettori che certo, se avessero saputo di votare per essere governati da un’alleanza 5stelle-forza italia-PD-lega sotto l’imperativo di Draghi, non li avrebbero MAI votati !

  5. Bisognerebbe fare gli Stati Uniti di Europa sulla falsa riga degli Stati Uniti d’America e soprattutto con un presidente avente pari poteri ed essere eletto in modo universale, altrimenti l’Europa non può esistere come entità politica

  6. Certe volte mi domando – perchè Vi ostinate ad andare a braccetto con Lega e FI per elezioni – FI sono un pò di tutto , la Lega è nata nel popolo contadino lombardo di SX , lo stesso Salvini se non sbaglio è un ex dei centri sociali di sx – meglio soli che male accompagnati . Centro Destra ? Dove .

    • Sono d’accordo. Inutile fidarsi di forza italia, berlusconi ballava con tutti pur di essere al governo.. dov’è la coerenza? E Salvini dopo il colpo di sole che lo fece uscire dal governo gialloverde si è rapidamente convertito all’alleanza col PD… forse grazie alla fidanzata figlia di un piddino??? Fratelli d’Italia deve andare solo, così avrà un successone, la coerenza paga ! Forza Italia se avrà il 2% sarà un miracolo, la Lega il 5%.. Non servono a Giorgia, se non ad umiliarla perchè donna.. l’uomo Salvini comanda, l’uomo Berlusconi le fa fare la passerella e giravolta per dirle ah bella, ti sposerei !! Ma come si fa a stare ancora con questi partitini??

  7. Fratelli d’Italia deve imparare a curare la comunicazione, di qualsiasi argomento si tratti! L’articolo è scritto con un linguaggio antico, i commenti anche. E’ ovvio che così potrà contare solo sui voti dei nostalgici, vecchi o giovani che siano, ma non crescerà.

  8. Sono più che convinto che se Giorgia dovesse vincere le elezioni del 2023, sarà la prima donna nella politica italiana ha guidare il nostro paese nella giusta direzione per riportarlo alla sovranità all’orgoglio di essere veramente Italiani di poter gridare ad alta voce : prima gli italiani dopo l’Europa, forza Giorgia forza Italia risolleviamoci, viva il tricolore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,403FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati