“Riva è stato tra i primi movimenti ad aver creduto da subito nel progetto di nel rendere Fratelli d’Italia un partito sempre più inclusivo. Lo abbiamo fatto da prima delle scorse elezioni europee, sostenendo poi convintamente Nicola Procaccini nella sua straordinaria corsa verso Bruxelles. Lo ringraziamo per come sta difendendo gli interessi italiani, parimenti al senatore Nicola Calandrini per la nomina di Stefano Zangrillo nel direttivo provinciale del partito che lui guida sul territorio. Nelle scorse settimane abbiamo avuto diverse occasioni di confronto e abbiamo prospettato la volontà di una collaborazione sempre più stretta: da città, ove il nostro Roberto Menichelli sta lavorando gomito a gomito con l’attivissima consigliere comunale Matilde Celentano su vari fronti, dal progetto dell’aeroporto al sociale in genere, fino a tutto il territorio pontino nel quale siamo certi che Stefano Zangrillo brillera’ per onestà, passione e competenza che da sempre contraddistinguono la sua storica, per quanto giovane militanza. Riva crede in un partito sempre più forte che lavori per la sua eccezionale leadership di , un partito popolare che coniughi le salde radici a con l’apporto di altre esperienze che le rispettino, un partito che professi la meritocrazia e che rifiuti ogni forma di gruppettarismo”.
Lo dichiarano in una nota Fabio Sabbatani Schiuma e Marco Micacchi, rispettivamente segretario nazionale e coordinatore laziale di Riva , movimento federato a Fratelli d’Italia.