L’Unicef non querela il cognato di Renzi che si salva grazie a Legge del PD

A quanto pare Unicef New York – secondo quanto riportato da Paolo Rozera, direttore di Unicef Italia – ha deciso di non querelare i fratelli Conticini, tra cui il cognato di Matteo Renziindagati dalla Procura di Firenze con l’accusa di aver utilizzato a fini personali parte dei fondi versati alla loro Play Therapy Africa da associazioni umanitarie.

L’organizzazione nel cui consiglio direttivo siede Walter Veltroni, come già riportato nel nostro precedente articolo, ha riferito che dopo diversi approfondimenti interni si è deciso di non procedere alla querela.

Gli inquirenti ritengono che di 10 milioni ricevuti ben 6,6 siano stati trasferiti su loro conti personali, ma l’aiutino è arrivato indirettamente dallo stesso Partito Democratico. Infatti grazie alla riforma che porta il nome dell’ex ministro della giustizia, Andrea Orlando, se la parte lesa non sporge formale denuncia l’intera indagine rischia di concludersi con un nulla di fatto.

Clamoroso! Perché Unicef non denuncia i parenti di Renzi per le donazioni sottratte?

Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,128FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati