Migranti. Berrino (FdI): la Francia sbaglia, no al ripristino dei confini. Serve azione europea per controllo confini Sud Europa

“La drammatica morte in un liceo del nord della Francia di un professore per mano di un estremista islamico lascia sgomenti e apre inquietanti interrogativi, a partire dal rischio che il criminale intervento di Hamas in Israele possa innescare una pericolosa spirale emulativa in tutta Europa. Però, non possiamo fare a meno di rilevare che l'Europa, come spesso accade, non sta rispondendo in maniera adeguata. Ad esempio, la Francia ha colto l'occasione per rafforzare i confini tra Italia e Francia, con gli italiani che sono regolarmente fermati e controllati alla frontiera. Una scelta sbagliata perché l'Europa è un'Unione nata per non averne di confini interni. La scelta francese però può essere interpretata in due modi: o siamo dinanzi all'ennesima sceneggiata francese, e di Macron in particolare, che vuole dimostrare ai suoi cittadini che la Francia ha i confini blindati, anche se proprio ieri dal territorio transalpino in direzione Italia la nostra polizia ha arrestato due corrieri della droga con 50 kg di cocaina; oppure l'allarme terrorismo proveniente dai continui sbarchi a Lampedusa è vero. Allora, in questo ultimo caso la strada per ridurre i rischi non è il ripristino dei confini tra Stati europei, ma piuttosto l'Unione europea, e quindi anche la stessa Francia, devono farsi interpreti di una che aumenti il controllo dei confini del Sud Europa”.

Lo dichiara il senatore di Fratelli d'Italia, Gianni Berrino, componente del Comitato parlamentare Schengen, Europol e del .

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x