Migranti in crociera: quattro milioni di euro per ospitarli durante la quarantena

Il 14 luglio la Protezione Civile ha pubblicato un bando da oltre 4milioni di euro, destinato a reperire navi da crociera che saranno destinate, nei prossimi 100 giorni, ad ospitare i clandestini, sia trasbordati dalle Ong che approdati autonomamente sulle nostre coste, per permetter loro di rispettare la quarantena.

I fondi destinati alle navi – le quali dovranno avere dei requisiti specifici (capienza minima 250 persone, possibilità di avere zone isolate per chi dovesse essere positivo al Covid – 19…) – saranno di circa 160 euro giornalieri (più IVA) per ogni ospitato, fino ad un massimale di 4800 euro mensili (più IVA) cadauno.

Evitiamo ogni equivoco che può mostrare il fianco al populismo più becero ed inutile: non sono “Soldi ke dannoh alli mmigrati!!!”. No, nessun immigrato percepirà direttamente soldi. Ma, e qui si apre una seria questione morale, si tratta di soldi pubblici che saranno spesi per la loro accoglienza.

Gli italiani – anche se alla sinistra piace definirci come tale – non sono un popolo cattivo. Anzi, sono sicuro che chiunque, se vivessimo in uno stato di benessere totale, non avrebbe nulla in contrario a devolvere un po’ della propria fortuna con chi è meno fortunato.

Questo però, nelle attuali condizioni, non è possibile. Questo enorme stanziamento di risorse pubbliche a vantaggio di chi NON E’ UN CITTADINO DELLA REPUBBLICA NE’ HA I REQUISITI PER AMBIRE AD ESSERLO, è in perfetto contrasto con lo status quo, che vede il ritardo nell’erogazione delle CIGS, che vede i nostri compatrioti con carenze preoccupanti di liquidità, che vede un’Europa attualmente sorda alle necessità delle classi meno agiate.

Questo enorme stanziamento di risorse pubbliche avviene unicamente a supporto di scelte politiche di parte: sono inutili i richiami che fa continuamente certa parte della sinistra all’ugual valore della vita umana. Non vi è alcun dettato costituzionale che obbliga l’Italia alla disposizione di somme di denaro a supporto dell’immigrazione clandestina, ancor più in caso di difficoltà dei propri cittadini.

Bisogna spiegare ai fautori di scelte politiche tanto folli che “restare umani” si può e si deve prima di tutto nei confronti del nostro prossimo in difficoltà. Ed il “prossimo in difficoltà”, all’interno della Repubblica Italiana, per preciso dettato costituzionale, è il cittadino della Repubblica Italiana, non sicuramente il clandestino, e non vi è alcun pericolo di esser tacciati di razzismo: si tratta della “Costituzione più bella del mondo”.

Ah, per dovere di cronaca: tra oggi e l’ultimo del mese, i contribuenti italiani dovranno saldare oltre 240 incombenze fiscali.

Restiamo umani.

Nello Simonelli
Nello Simonelli
Nello Simonelli nasce ad Avezzano (AQ) il 26 novembre 1988. Sin da bambino interessato a tutto ciò che verte intorno al mondo del giornalismo e della scrittura, si laurea in giurisprudenza all’Università degli Studi di Teramo nel 2014, per poi dedicarsi ad attività che spaziano dal teatro alla dirigenza sportiva, dedicandosi ad ulteriori studi nel ramo del marketing e della comunicazione oltre che del diritto sportivo. Lavora presso lo Studio Legale Simonelli di Avezzano, è responsabile del circolo cittadino di Nazione Futura, scrive per diverse testate locali, nella Marsica ed in Abruzzo, e di approfondimento politico e sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

17,818FansLike
3,688FollowersFollow

Leggi anche

Disastro Di Stefano. Nuova figuraccia per il sottosegretario grillino agli Esteri

Scambia la 53esima edizione del meeting dell'ASEAN per il numero degli stati che lo compongono: 10 e non 53. Così, Manlio Di Stefano, dopo...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

Disastro Di Stefano. Nuova figuraccia per il sottosegretario grillino agli Esteri

Scambia la 53esima edizione del meeting dell'ASEAN per il numero degli stati che lo compongono: 10 e non 53. Così, Manlio Di Stefano, dopo...

Clientelismo sinistro. Emiliano firma assunzioni in campagna elettorale.

Mancano due giorni all’election day, all’interno di una tornata elettorale che potrà stravolgere ulteriormente gli equilibri di potere in alcune Regioni storicamente rosse, e...

Meloni: sinistra bugiarda e spaventata dal voto. Sfido Zingaretti e Gualtieri.

"Una sinistra bugiarda e spaventata dal risultato del prossimo lunedì continua a dire che non avremmo proposte da dare agli italiani. Sfido pubblicamente Nicola...

Cina: fuga di batteri da un laboratorio fa ammalare 3000 persone

Sarebbero oltre 3000 le persone che si sono ammalate in Cina nord-occidentale dopo la fuoriuscita di batteri da un impianto biofarmaceutico che produceva vaccini...