Nutriscore. Sottosegretario La Pietra, anche Portogallo boccia etichettatura amica delle lobbies 

“Anche il Portogallo boccia il , il sistema di etichettatura per gli alimenti che tanto piace alle grandi lobbies industriali. L'Italia, per prima in Europa ed è un motivo di grande orgoglio, aveva lanciato l'allarme rispetto alle gravi e pericolose distorsioni valutative introdotte dal nutriscore, che tramite parametri nutrizionali, quanto meno fantasiosi, boccia il parmigiano e l'olio di oliva, promuovendo nel contempo bibite gassate note, per non dire famigerate. Questo “pittoresco” sistema di etichettatura a semaforo, con il rosso attribuisce il marchio dell'infamia ad alimenti la cui salubrità è invece evidente a chiunque, tranne a chi ha concepito il nutriscore e con il verde lascia passare il concetto che altri prodotti siano sani. Dall'opposizione e ora dal governo abbiamo sempre evidenziato i pericoli per i cittadini che, invece di essere correttamente informati sui valori nutrizionali di ciò che mettono nel carrello della spesa, rischiano di essere direzionati, convogliati e indotti all'acquisto di ciò che fa comodo a certe lobbies dell'industria alimentare. Oggi il governo portoghese ha detto chiaro e tondo che il nutriscore non imporrà ai cittadini cosa considerare sano e cosa no. L'Europa, finalmente, si risveglia dal torpore e comincia a fare luce sul buio informativo che artatamente ha avvolto il mondo dell'agricoltura e dell'alimentazione”.

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x