Oblio oncologico, Zullo (FdI): atto di grande valenza valoriale

“Ci sono valori che non possono cedere il passo nelle contrattazioni tra persone fisiche e giuridiche, che sostengono una forza valoriale che prima la Camera dei Deputati e oggi il hanno voluto rafforzare nella nostra convivenza civile. Il mio voto favorevole ha il significato del rispetto della dignità della persona umana in qualunque condizione si trovi, specie quando ha superato la malattia oncologica. Oggi la diagnosi precoce, i successi della ricerca scientifica e farmacologica, l'innovazione delle procedure diagnostiche e terapeutiche permettono la piena guarigione da un male che si considerava, specie nella stipula di un accordo o di un contratto, un male incurabile al punto da rendere la persona non solvibile negli impegni contrattuali e quindi da ritenere inaffidabile nell'adempimento ai propri obblighi. Uno stigma insopportabile, una condanna a vita crudele, una sofferenza su sofferenza. Con l'approvazione della legge sull'oblio oncologico si pone fine a questa discriminazione. Una persona che viene fuori dalla malattia oncologica da dieci anni può finalmente vivere la propria vita senza essere discriminata, etichettata, stigmatizzata nel momento in cui stipula un contratto di assicurazione o di mutuo o altro. Oggi si è consumata in Senato una bella giornata con tutte le forze politiche unite in questa valoriale che resterà sicuramente impressa nella storia del nostro Parlamento e del nostro Paese”.

Lo dichiara il senatore di Fratelli d'Italia, Ignazio Zullo, capogruppo in commissione Lavoro di Palazzo Madama.

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x