Pisa, Azione Universitaria: “Fuori i violenti dei centri sociali dall’università”

Questa mattina, due militanti di Azione Universitaria sono stati aggrediti al Polo San Rossore durante un banchetto elettorale. I soliti delinquenti dei centri sociali hanno distrutto il banchetto e rubato vari gadget destinati alla campagna elettorale. Come loro solito, con violenza volevano impedirci di fare campagna elettorale. Se pensano di intimorirci hanno proprio sbagliato: noi andremo avanti più forti di prima. Non saranno certo pseudo studenti che all'Università tutto fanno fuorché studiare ad intimorirci. Speriamo che le altre associazioni universitarie condannino inequivocabilmente il gesto” spiegano Annalisa Maggi, dirigente di Azione Universitaria, e Gregorio Banti, Responsabile di Ateneo.

“È stata una vera e propria aggressione organizzata: in 10 contro 2. I soliti noti dei centri sociali continuano indisturbati ad usare violenza contro chiunque non la pensi come loro. Stamani a Pisa hanno assalito il banchetto di Azione Universitaria. Adesso basta.
Non è tollerabile questo clima di vera e propria violenza nelle Università, alimentato sempre e solo dai soliti collettivi. Intervenga il Rettore con parole di condanna nette ed inequivocabili e allontani i violenti dell'Università.

Fuori i centri sociali dalle Università” dichiarano il Presidente di Azione Universitaria, Nicola D'Ambrosio, e Matteo Zoppini, membro dell'Esecutivo .

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x