Rai. Santanchè (FdI): No a ‘linee guida’ della Vigilanza per ospiti trasmissioni. Servizio Pubblico è degli italiani, non è la voce del governo

“Da sempre qualcuno – in particolare a sinistra – ha trattato la Rai come strumento per influenzare l’opinione pubblica e come poltronificio per elargire lauti stipendi ad amici e compagni di partito, in cerca di una nuova occupazione. Un malcostume che oggi si vorrebbe addirittura formalizzare in Commissione Vigilanza Rai con l’approvazione delle cosiddette ‘linee guida’ sulle caratteristiche richieste a invitati e partecipanti alle trasmissioni del Servizio Pubblico. E lascia senza parole che le forze politiche che sostengono il governo Draghi, che ha già nominato i vertici di viale Mazzini e i direttori di genere e delle testate, pretendano di fare i direttori e gli autori delle trasmissioni del Servizio Pubblico, attraverso una risoluzione da far votare a una Commissione parlamentare di garanzia. Una cosa è vigilare su come il Servizio Pubblico spende i soldi dei cittadini per retribuire ospiti e opinionisti esterni, nonostante la Rai disponga di un numeroso e già pagato personale interno, altra è decidere volti e contenuti. Fratelli d’Italia è contraria a questo tentativo di ingerenza che consideriamo una pericolosa deriva antidemocratica: il Servizio Pubblico è di tutti i cittadini italiani e non è la voce del governo e della sua maggioranza”.
Lo dichiara la senatrice di Fratelli d’Italia, Daniela Santanchè, capogruppo nella Commissione parlamentare di Vigilanza sulla Rai.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,389FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati