martedì, Settembre 22, 2020

si sdoppia: una Lega per il Nord, un’altra per il Sud

Un dì c’erano gli stivali delle sette leghe, ma poi il tempo dei sogni è finito e siamo diventati tutti più pragmatici e meno favolisti, anche se pare da certe notizie che la moltiplicazione delle leghe avvenga ancora, anche se qui non si tratta più di un’unità di misura, ma di un partito. Anzi, no, di due. O forse nemmeno , il partito è sempre lo stesso, ma due sono i nomi, due sono i simboli, due perfino le richieste del 2X1000, e anche per il tesseramento… ma andiamo con ordine.

Tutto nasce da un’inchiesta di TPInews (https://www.tpi.it), che ha portato alla luce questo strano caso, probabilmente unico nel panorama dei partiti italiani. Spiegano su TPI che se tu vivi nel nord d’Italia e decidi di tesserarti con la Lega, dovrai rivolgerti alla Lega Nord per l’Indipendenza della Padania, ma se invece decidi di fare la stessa cosa e hai la ventura di vivere nel Sud d’Italia, allora dovrai contrattare la Lega per Premier. E se ti vuoi tesserare direttamente in rete, devi andare anche su due siti diversi e più precisamente sul sito leganord.org nel primo caso o sul sito tesseramento.legapersalvinipremier.it nel secondo.

Interpellati direttamente da TPInews, gli uffici della Lega a Milano hanno spiegato di aver usato questa specie di strambo marchingegno “per questioni giudiziarie” non meglio identificate ma che forse si possono far risalire a quei famosi 49 milioni di euro che il Carroccio è stato chiamato a restituire dopo la condanna subita da Bossi e dal tesoriere Belsito per la truffa sui fondi del finanziamento pubblico ai partiti. Siccome i giudici non si sono limitati a chiedere indietro il denaro già sui conti della Lega ma hanno parlato di sequestrare anche le entrate che verranno, è probabile che sdoppiare in due il partito metta al riparo almeno una parte dei contributi che potrebbero arrivare. Ecco quindi nascere una sorta di “nuova Lega”, gemella della prima e che presenta il suo statuto solo il 14 dicembre scorso sulla Gazzetta Ufficiale. Questo nuovo soggetto politico che deve ancora riunirsi nel suo primo congresso, potrà però raccogliere contributi e le quote del tesseramento tenendole al sicuro dai voraci giudici di Cassazione che hanno fatto gridare al “processo politico” su una questione, per la verità, che di politico ha ben poco. Molto, invece, di malaffare, anche se darne la croce all’attuale leader della Lega (la prima, la seconda o tutte e due poco importa) ci appare come una forzatura.

Resta il fatto che la confusione esiste, e che eticamente parlando tutta questa storia non appare proprio limpida. Che deve pensare chi vuole tesserarsi quando ad esempio nella lista dei partiti che possono ricevere il 2X1000 compaiono entrambi i soggetti: la Lega Nord per l’Indipendenza della Padania e la Lega per Premier? In più, già da tempo Matteo ha annunciato che la Lega Nord non esiste più, ma che il partito ora si rivolge a tutta la Nazione, e quindi è ormai soltanto Lega. Poi però, ritroviamo quel Nord ben in vista sul sito, sulla tessera, sui vessilli, per non parlare dello statuto targato 2015 che ancora ha tra le finalità della compagine “il conseguimento dell’indipendenza della Padania”.

La spiegazione fornita dalla Lega stessa, riguardo alle questioni giudiziarie, è di certo alla base di tutto ciò, e servirà probabilmente al partito per continuare a finanziarsi senza restituire il famoso maltolto di Bossi e Belsito.  Però, a voler essere maligni, si potrebbe anche pensare che, tutto sommato, se da una parte si invitano gli elettori del centro e del sud ad aderire alla Lega ormai sgombra dal quel “nordismo” un po’ becero che l’ha contraddistinta per decenni, bisogna offrire anche un contentino a chi si sente molto più padano che italiano e che, a torto o a ragione, compone ancora il nocciolo duro della base militante. Ma a pensare male, si sa, è peccato, fingiamo che certi cattivi pensieri non ci abbiano nemmeno sfiorato.

RK Montanari
RK Montanarihttps://www.lavocedelpatriota.it
Viaggiatrice instancabile, appassionata di fantasy, innamorata della sua Italia.
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

17,823FansLike
3,700FollowersFollow

Leggi anche

La Generazione Atreju vince e convince. FDI terzo partito della Nazione.

Come recita una cattiva abitudine ormai dilagante, il giorno dopo ogni elezione che si rispetti il dato sembra essere: «Tutti vincitori». È successo, ovviamente,...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

La Generazione Atreju vince e convince. FDI terzo partito della Nazione.

Come recita una cattiva abitudine ormai dilagante, il giorno dopo ogni elezione che si rispetti il dato sembra essere: «Tutti vincitori». È successo, ovviamente,...

Il successo di Giorgia Meloni arriva Oltremanica: The Guardian dedica un articolo alla vittoria di Fratelli D’Italia nelle Marche

Inizia così l'articolo che il "The Guardian" dedica al successo di Fratelli d'Italia nelle Marche, e sebbene manchino ancora i voti di pochissime sezioni, la...

The Guardian: Giorgia Meloni sempre più popolare, vince nelle Marche.

Un candidato di Fratelli d'Italia ha concluso 25 anni di governo di sinistra nelle Marche, dando al partito la seconda presidenza regionale. I Fratelli d'Italia,...

Processo Ream: Appendino condannata a sei mesi ma non lascia la poltrona

Chiara Appendino, sindaco di Torino e punta di diamante del Movimento 5 Stelle, è stata oggi condannata per falso in bilancio a 6 mesi...
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x