Sanita’: Donzelli (Fdi), in Toscana chiudono punti nascita e si spende in Africa 

“45mila euro spesi per favorire la sicurezza dei parti in Sierra Leone, parzialmente finanziati dalla Regione Toscana, sono uno schiaffo alle famiglie italiane costrette a fare i conti con i continui tagli operati dalla sinistra alla sanità. Mentre le donne casentinesi sono costrette a recarsi ad Arezzo per partorire a causa della cancellazione del punto nascite di Bibbiena, la Asl e il Partito democratico si occupano della salute di popolazioni che vivono a migliaia di chilometri”. E’ quanto afferma il deputato di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli, commentando la notizia diffusa dalla Asl Toscana Sud Est sul progetto. “Nascere in sicurezza in Sierra Leone” e la denuncia di Fratelli d’Italia Arezzo. “Da quanto si intuisce dalla nota diffusa parrebbe che questi progetti abbiano ulteriori sviluppi – sottolinea Donzelli – come quello paventato su una missione di dentisti e oculisti. E’ ormai un fatto acclarato – conclude Donzelli – che la sinistra al governo in Regione Toscana fa di tutto pur di evitare di occuparsi dei problemi dei cittadini toscani”.

 

Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,173FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati