Sette emergenti: i Bruderhof. Fanno paura perché estremamente attrattivi…

Negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede. Non vogliono assolutamente essere indicati come “culto” e, meno che meno, come una setta. Sono una comunità cristiano radicale, e come tante altre comunità di questo tipo, più o meno permeate di valenza religiosa, guadagnano fedeli ogni giorno che passa,  si radicano sui territori dove in poco tempo riescono ad assicurarsi un ottimo tenore di vita, vuoi per il loro indubbio attaccamento al lavoro, vuoi per la capacità di attrarre sostenitori pronti a generose elargizioni. E’ il mondo del Bruderhof, che affascina alcuni e spaventa altri e che sicuramente trova un ottimo terreno di cultura in una società sempre più povera di valori che fa sembrare a giovani sbandati e privi di riferimenti – ma anche a famigliole integrate, solo spaventate dalla realtà che le circonda- una luce nel buio anche la regola più ridicola.

L’equazione è semplice, un po’ come scoprire l’acqua calda: fuori c’è un mondo tentacolare, privo di regole, di etica, di rispetto dove spesso i sogni dei più giovani sono sostituiti dalla frenesia di superare i limiti, dove sei oggettivamente solo anche se vivi in una città con 10 milioni di abitanti. Dentro c’è una grande famiglia allargata, affettuosa e solidale, dove poco o nulla è permesso, ma ti senti al sicuro, lontano dai problemi e dove, il più delle volte, c’è qualcuno che sceglie e decide per te. Perdi libertà, guadagni sicurezza.  C’è a chi piace…

Vediamola dunque questa comunità, questa Bruderhof.   E’ un movimento cristiano protestante che pratica la comunità di beni secondo l’esempio della prima chiesa descritta in Atti 2 e  4 .  Hanno comunità negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Germania, in Paraguay e in Australia. Il Bruderhof è visto come  anabattista per le sue credenze e la sua pratica e per la sua affermazione che un’altra vita è possibile.  Inoltre, il Bruderhof pratica il battesimo degli adulti, la non violenza e la pace, la piena comunità di beni, l’annuncio del Vangelo e la fedeltà permanente nel matrimonio.  Le teorie gender sono completamente bandite.

Le comunità sono legalmente incorporate negli Stati Uniti come “Church Communities International”. La loro corporazione era chiamata The Society of Brothers (dal 1939 al 1978).  Quando il Bruderhof faceva parte della chiesa di Hutterite , a volte venivano chiamati “fratelli Hutterian”. La parola “Bruderhof” fu usata per la prima volta dai primi anabattisti in Moravia. [fonte wikipedia].

Il Bruderhof pratica il pacifismo cristiano e quindi rifiuta la pratica della coscrizione militare, riflettendo le prime credenze anabattiste formulate nella confessione di Schleitheim .

Il Bruderhof cerca di seguire le pratiche della prima chiesa di Gerusalemme come riportato negli Atti degli Apostoli : dove i membri della chiesa erano di “un solo cuore e mente, e condividevano tutte le cose in comune” .

I membri del Bruderhof non detengono proprietà privata, ma condividono piuttosto tutto. Lavorano all’interno del Bruderhof e nessuno riceve uno stipendio o ha un conto bancario. Le entrate di tutte le imprese vengono raggruppate e utilizzate per la cura di tutti i membri e per i vari sforzi di sensibilizzazione della comunità.

Il Bruderhof ritiene che il matrimonio sia “l’unione permanente tra un uomo e una donna” e crede che l’amore sessuale debba essere condiviso solo in tale relazione matrimoniale. Credono che il divorzio e il nuovo matrimonio siano sbagliati.  Ha supportato e organizzato eventi matrimoniali per promuovere il matrimonio tra un uomo e una donna sia negli Stati Uniti che nel Regno Unito.  Il Bruderhof ha anche partecipato a Humanum, una conferenza tenutasi in Vaticano dal 17 al 19 novembre 2014 e alla quale ha partecipato Bergoglio per discutere della complementarità tra uomo e donna.

Conformemente alla dottrina anabattista della non conformità con il mondo , il Bruderhof indossa un abito semplice , con donne che indossano copricapi tipo fazzoletti e abiti che le fanno assomigliare a contadine moldave prima della seconda guerra mondiale.

La maggior parte delle comunità ha un asilo nido , una scuola materna , una scuola elementare, una cucina comune, una lavanderia, vari laboratori e uffici. La vita del Bruderhof è costruita intorno alla famiglia, anche se ci sono molti membri singoli. I bambini sono una parte importante di ogni comunità e partecipano alla maggior parte delle riunioni comuni. Va da sé che le famiglie vengono incoraggiate a mettere al mondo più figli possibile. I membri disabili e anziani sono amati e curati all’interno della comunità e partecipano alla vita quotidiana e al più che possono.

Il Bruderhof consuma un pasto insieme ogni giorno come comunità. Gli altri pasti vengono consumati nelle famiglie. Cantare è una forma di adorazione molto comune nella comunità e spesso i membri cantano prima dei pasti.  Il Bruderhof non proibisce il consumo di alcol e di conseguenza, essendo una delle pochissime trasgressioni ammesse, sembra proprio che all’interno delle comunità scorra a fiumi. l Bruderhof hanno un atteggiamento riservato nei confronti dell’uso della tecnologia. Le famiglie del Bruderhof non guardano la televisione o usano Internet in casa ma lo fanno al di fuori di essa, con molti che usano gli smartphone. A differenza degli Amish , possiedono e guidano auto e gestiscono aziende e fabbriche moderne. Si stima che il Bruderhof abbia circa 2.900 membri in tutto il mondo. Il Bruderhof gestisce scuole per bambini di ogni comunità, fino all’età di 18 anni. Da lì, i giovani vanno all’ superiore all’università o seguono una formazione pratica. Non diventano automaticamente membri e molti sono incoraggiati a lasciare la comunità e vivere altrove prima di decidere da soli se aderire o meno al gruppo. I giovani che scelgono di lasciare la comunità non sono esclusi dalle loro famiglie all’interno del Bruderhof come avviene in molte sette, e questo è sicuramente un titolo di merito. Raramente compaiono sui media, ma a volte consentono a fotografi o giornalisti di osservare la loro vita.

Insomma, i Bruderhof saranno anche una setta che priva di molte libertà i suoi adepti, ma non sembra che la loro vita sia tanto malamente anzi, osservando una delle comunità, danno l’idea di essere piuttosto felici… E’ pur vero che anche gli adepti di Scientology fanno lo stesso effetto.

Ebbene, come in tutte le cose, è solo una questione di scelte.

RK Montanari
RK Montanarihttps://www.lavocedelpatriota.it
Viaggiatrice instancabile, appassionata di fantasy, innamorata della sua Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
11,294FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati