Sicurezza, Veneri (FdI): “Si vieti ai tossicodipendenti il possesso di cani così da garantire la sicurezza pubblica ed evitare pericolosi episodi di aggressioni”

Mozione di Fratelli d’Italia per chiedere alla Regione di attivarsi nelle sedi competenti per sostenere un’opportuna modifica del Decreto del Presidente della Repubblica. Carlettini: “Episodi come quelli avvenuti ad Arezzo e Firenze, dove piccoli cani sono stati assaliti e sbranati da animali di grossa taglia, non devono più accadere”. Poponcini: “La polizia locale di Arezzo dà la propria disponibilità a verifiche e controlli”.

“Abbiamo presentato una mozione alla Regione Toscana affinché si attivi nelle sedi competenti per sostenere un’opportuna modifica del Decreto del Presidente della Repubblica n.309, inserendo il divieto di possesso di cani, in particolare quelli caratterizzati da notevole forza fisica e morso molto potente, per tutti coloro che usano stupefacenti o sostanze psicotrope così da garantire la sicurezza pubblica ed evitare pericolosi episodi di aggressioni” annuncia il Consigliere regionale di Fratelli d’Italia Gabriele Veneri, che nei giorni scorsi ha partecipato ad un tavolo di confronto su tossicodipendenti e possesso di cani.

“Il problema è diffuso e crescente, serve la collaborazione tra le istituzioni comunali e regionali, le forze dell’ordine e della veterinaria, oltre che del volontariato e associazionismo. La prevenzione è sempre la migliore cura -sottolinea Veneri- Dobbiamo fare scelte coraggiose anche se per alcuni impopolari, abbiamo il dovere di pensare a come far stare bene i nostri cittadini. Avere presente il potenziale pericolo rappresentato da certi individui che, incapaci di condurre una vita regolare sotto l’effetto di stupefacenti, porta ad un pericolo per i cittadini e per gli altri animali. Molto spesso i tossicodipendenti sono accompagnati da cani dal forte carattere e spesso sono fuori controllo. Siamo preoccupati per la possibilità che si ripetano attacchi sia verso i cani di piccola taglia, ma soprattutto per l’incolumità di bambini, adolescenti, anziani e donne”.

“D’accordo con il consigliere Veneri su maggior attenzione e controllo verso i proprietari dei cani e, in particolare, ai proprietari con problemi di tossicodipendenza. Episodi come quelli avvenuti ad Arezzo, Firenze, dove piccoli cani sono stati assaliti e sbranati da animali di grossa taglia, non devono più accadere in quanto pericolosi anche per le persone -spiega l’assessore di Arezzo Giovanna Carlettini- Ad Arezzo stiamo organizzando corsi di formazione per proprietari di cani per favorire un corretto sviluppo della relazione tra l’animale ed il proprietario al fine di risolvere problematiche comportamentali dell’animale”.

“La polizia locale di Arezzo, con il nucleo controllo benessere animali, dà la propria disponibilità a verificare che i possessori di cani indicati nelle razze con particolari caratteristiche non siano assegnati a proprietari che abbiano segnalazioni per art. 73 e 75 della legge 309 del 1990. Persone dedite allo spaccio o all’assunzione di sostanze stupefacenti” fa notare il comandante della Polizia Municipale di Arezzo Aldo Poponcini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
11,340FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati