FdI incalza Draghi su crisi energetica: accenda l’autorevolezza internazionale.

“Cosa preferiamo? La pace o il condizionatore acceso tutta l’estate?”. Tutti parlano della frase pronunciata in conferenza stampa dal Presidente del Consiglio Mario Draghi: una infelice banalizzazione.

“Dal Presidente del Consiglio del ‘governo dei migliori’ non ci aspetteremmo queste semplificazioni. – ha sottolineato su Facebook il Presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. – La questione in gioco, qui, non è chiedere agli italiani di spegnere per qualche ora il condizionatore, ma quali siano i provvedimenti che il governo e l’Ue intendano mettere in campo per impedire che un eventuale embargo del gas possa portare a un lockdown energetico”.

Condizionatori, Meloni a Draghi: accenda autorevolezza internazionale.

“Nella risoluzione europea sulle sanzioni votata oggi a Strasburgo, – ha spiegato ancora Meloni – Fratelli d’Italia ha lavorato per inserire le questioni fondamentali che poniamo dall’inizio della crisi: un piano immediato di approvvigionamento energetico alternativo e misure di compensazione per garantire la tenuta del nostro sistema. Ci aspettiamo che il Premier sia in prima fila in questa battaglia in Europa. La lealtà italiana alla comunità internazionale deve essere ripagata con una solidarietà concreta per l’Italia, che è tra le Nazioni più a rischio”.

“Più che spegnere i condizionatori, – ha concluso il leader di FdI – Draghi dovrebbe accendere la sua autorevolezza internazionale, che forse è stata un po’ sopravvalutata”.

Proprio la delegazione di -Ecr all’Europarlamento, guidata da Raffaele Fitto, ha spiegato nel dettaglio le richieste a Strasburgo: “Il punto 21 della stessa risoluzione chiede un meccanismo di solidarietà dell’Ue per fronteggiare le conseguenze economiche della guerra e delle sanzioni imposte, un tema decisivo che fin dall’inizio Fratelli d’Italia ha posto. E’ quindi quanto mai urgente che la Commissione europea e il governo italiano rispondano all’appello di approntando un piano immediato che preveda forniture alternative e misure compensative per le nazioni e i settori produttivi maggiormente colpiti”.

Un tema, quello energetico, rimarcato al Tg1 dallo stesso Presidente dei deputati di Fratelli d’Italia, Francesco Lollobrigida.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

37 Commenti

  1. AUTOREVOLEZZA INTERNAZIONALE !!!!!! Infatti la Von lo ha chiamato per risolvere ,quale esperto banchiere ,(vedere caso Grecia) come mandare in default la Banca Centrale Russa e Mr Sorriso prontamente ha trovato il modo di farlo.
    Tutto cio’ contribuirà, insieme a tutte le altre sanzioni, a farci odiare ancor di piu’ da Putin che in futuro ce la farè pagare.
    Questa è una guerra,per chi non l’evesse capito,fra USA(Biden) e Russia ma con attori ucraini a partire dal protagonista che è un comico.Biden vuole umiliare Putin e non ha nessuna intenzione di fermare la guerra ma al contrario prolungarla in modo tale da OTTENERE un cambio di regime in Russia.
    Per ottenere cio’ gli USA continuano a foraggiare di armi l’Ucraina ,altri 100 milioni di dollari stanziati e missili di ultima generazione.
    Se la EU dovesse veramente mettere l’embargo su petrolio e gas cio’ causerebbe probabilmente il defaul italiano.Esperti hanno calcolato che il petrolio andrebbe a 200 dollari al barile con benzina e gasolio da 3 ai 4 euro al litro.Le conseguenze sarebbero catastrofiche con prezzi dei generi alimentari alle stelle e tutte le conseguenze su industrie e attività varie.
    Attualmente stanno discutendo del DEF con le solite sceneggiate da parte di Salvini e Tajani ,la conclusione sarà la solita ,fiducia e votazione in favore .
    Alla fine approveranno anche la patrimoniale pro Ucraina.
    Il popolo bue zitto e mosca anzi ha dato qualche preferenza in piu’ nei sondaggi al partito dei tassatori ovvero il PD ..che popolo di me…a.

    • Amico..Combattere al fianco dell usa è nostro dovere di alleati e di occidentali Putin ci deve solo odiare ma temere , armi all ucraina tutta la vita pronti a TUTTO per difendere la libertà e i nostri valori democratici.Fa bene la UE a far fallire le banche russe pure a pane e acqua pur di sconfiggere il nemico sovietico. Se abbiamo paura di un po di aumento dei prezzi figurati se dovremmo un giorno esser costretti a combattere..fatti coraggio amico che se ti fai pecora il lupo ti sbranera’.
      VINCE SEMPRE CHI PIÙ CREDE E CHI PIÙ A LUNGO SA PATIRE….Ricorda

      • Noi non siamo alleati degli USA: abbiamo perso una guerra e ci hanno comprati in cambio di un alleanza di comodo ( 150 basi militari, se non sbaglio). Seguiamo, da allora, pedissequamente, cio che, loro, ci impongono, senza discutere. E, attenzione, non parlo degli USA come popolo, ma dei rappresentanti di un potere economico che, sentendosi in pericolo a causa delle politiche putiniane, ha provocato la reazione dei russi. La morale e’ che, chi ci andra’ di mezzo, sara’ la piccola (in tutti i sensi) Europa che sara’ ridotta alla cosidetta frutta dovendo tornare ad acquistare materie prime dagli “alleati” a prezzi raddoppiati o peggio. ( lasciamo perdere i valori democratici, che ultimamente, mi sembra siano andati a farsi friggere)

      • Nemico SOVIETICO? Hai perso gli ultimi decenni di storia!
        E’ anacronistico appiattirsi su un atlantismo che aveva ragion d’essere ai tempi della guerra fredda. I soviet sono estinti, sostituiti qua e là da un comunismo di mercato, gradito dal globalismo occidentale perchè grazie allo sfruttamento dei lavoratori in qualche paese del mondo permette costi inferiori e grandi profitti alle global companies (Apple produce nella Cina comunista, e vende ad ovest). La conseguenza del crollo del Muro è stata che chi governa l’Ovest (sempre meno i governi votati) non si è più dovuto confrontare con un’alternativa e non ha più dovuto garantire ai popoli quei servizi sociali che facevano dire “di qua da noi si sta meglio”. Da qui l’Europa delle banche, la perdita di poteri dei governi nazionali, l’impoverimento del ceto medio a favore dei ricchi sempre più ricchi: il ritorno al Medio Evo. Gli unici che ne hanno avuto un vantaggio sono i tedeschi che hanno riunito una nazione a spese dei partner UE. In Stati politicamente deboli come l’Italia personaggi sgraditi al potere globale sono stati fatti fuori finanziando la propaganda e approffittando degli squilibri interni (magistratura) garantendo governi di servi e di imbecilli. In democrazia quando il parlamento non rappresenta il popolo si vota: da noi no.
        Putin è al potere con un consenso di popolo espresso in modo numericamente (democraticamente) più chiaro rispetto ai trucchetti elettorali di Biden o al colpo di stato di Zelensky (per non parlar di Draghi o Mattarella).
        Armi agli autori della strage di Odessa e agli oppressori del Donbass per prolungare la guerra? Magari anche no! Aumento della spesa militare sì, ma per difendere l’Italia e gli Italiani da chi la minaccia (come fa Putin con i Russi e come prevede la Costituzione), e non mi risulta che la guerra in Ucraina ci minacci direttamente: l’intervento “occidentale” in Libia ci ha creato senz’altro più danni e non è stato fatto dagli “alleati” quando Gheddafi lanciava missili verso la Sicilia, ma quando aveva sottoscritto accordi commerciali per la fornitura di petrolio privilegiando l’Italia rispetto agl’interessi anglo-franco-americani.
        Combattere a fianco degli USA non è una difesa della libertà (che abbiamo sempre più limitata, vedi Covid), nè dei valori democratici ma solo del Pensiero Unico che ci viene imposto da quelli che “Democratici” si autodefiniscono (vedi PD) ma non lo sono. E’ questo un atteggiamento da pecora, fedele al “buon pastore” USA che la munge, le toglie la lana e quando gli garba ne fa costolette e arrosticini: il lupo è l’ultimo dei problemi per la pecora.
        Le sanzioni possono solo danneggiare i ceti meno abbienti del popolo russo: chi ha i soldi (gli “oligarchi” come li definisce il Pensiero Unico), li ha (guardacaso) nelle banche speculatrici dell’Occidente, tutelati assieme a quelli dei “plutocrati” occidentali che gestiscono il potere (come li definiva qualcun altro già quasi cent’anni fa) e accresciuti a spese del ceto medio, ovvero del popolo lavoratore. Ma soprattutto le sanzioni danneggiano la nostra economia generando ad arte speculazione (i prezzi li aumenta il mercato in mano ai potenti dell’Occidente, non Putin) e tasse, distruggendo il ceto medio.
        Qualsiasi sacrificio è accettabile per difendere la nostra civiltà, non quella altrui.

      • Contrariamente a quello che si legge quasi dappertutto, i russi sono motivati a combattere, sostenere lo sforzo dei loro soldati e sopportare anche tutte le sanzioni e gli embarghi e discriminazioni. Il motivo non è “l’imperialismo di un pazzo criminale che si è montato la testa”, ma il fatto incontestabile che dentro i confini dell’Ucraina ci sono milioni di russi, persone di lingua russa, che non si riconoscono nella retorica nazionalista ucraina e che dal 2014 soffrono violenze e discriminazioni. Nel sud ed est ci sono forse otto, forse dieci milioni di persone che si sentono minacciate dalle milizie nazionaliste e dalla polizia ed esercito ucraini ora infiltrato da nazionalisti fanatici.
        Il giallo del negoziatore ucraino

        Portiamo degli esempi. Uno dei negoziatori del governo ucraino stesso di Zelensky è stato improvvisamente assassinato dalla polizia ucraina, la SBU. Si tratta del banchiere Denys Kireev. Questo personaggio è improvvisamente sparito dalla delegazione e il governo Zelensky ha avuto l’impudenza di dire che sarebbe caduto “mentre svolgeva compiti speciali…”. Non è mai successo, crediamo, nella storia che un membro di una delegazione ufficiale e banchiere sparisca, nessuno più lo veda e il giorno dopo sia morto. Neanche sotto Stalin succedeva che uno dei membri della delegazione di pace sovietica venisse assassinato mentre erano in corso delle trattative. Stalin magari aspettava qualche mese se era un personaggio noto e lo accusava di qualcosa in un processo farsa e poi lo faceva fucilare. Nell’Ucraina di Zelensky invece puoi ammazzare da un giorno all’altro un membro della tua stessa delegazione di pace come “traditore” o “spia” senza fornire nessuna prova e poi inventare una storia che vagamente fa pensare che siano stati i russi. Nessun media occidentale ha voluto parlare più della storia e nessuno ha chiesto niente a Zelensky.

        Questo è solo un esempio, che essendo clamoroso è arrivato in Occidente, ma i casi di rapimento, sparizione e omicidio di “sospetti” filorussi sono tanti e sono iniziati prima della guerra, ci sono da anni, specialmente nel Donbass. Come la storia di un sindaco rapito e poi assassinato riportata anche sul NY Post. O il un video della figlia del poeta satirico Yan Taksyur che racconta come i dissidenti vengano rapiti.
        Il precedente di Odessa

        Come abbiamo fatto notare nel precedente articolo l’Onu indica in 4 mila il numero di civili uccisi nelle zone di lingua russa del Donesk dal 2014 a prima di questa guerra. Nel 2014 a Odessa 34 manifestanti contro il nuovo governo che aveva rovesciato quello di Janukovich furono bruciati vivi dentro il palazzo del sindacato in cui si erano rifugiati da milizie ultranazionaliste. Un episodio simile è successo il 9 maggio 2014 a Mariupol con una caserma di polizia incendiata. Quel giorno era in tutti i paesi dell’ex Urss dal 1945 la Festa della Liberazione (come da noi il 25 Aprile), ma il governo nazionalista l’aveva vietata modificando la data. I russi che, come erano abituati da decenni, specie gli anziani che erano scesi in piazza in 9 maggio in diverse città erano stati attaccati dai nazionalisti. Come si sa o meglio, come si dovrebbe sapere, il governo Poroschenko aveva vietato il russo come lingua di istruzione dopo le elementari e in tutti gli uffici pubblici. Questo è come se in Svizzera si vietasse l’uso dell’italiano e del francese imponendo il tedesco.
        Strage di Bucha, tutti i dubbi

        Nel caso di Bucha, di cui ora parla tutto il mondo, dopo che i russi hanno abbandonato Bucha il 31 marzo, le forze ucraine sono entrate il giorno dopo 1° aprile. Il 2 aprile è arrivato un reggimento speciale per la “pulizia dai sabotatori e complici della Russia”.

        Il giorno dopo, 3 aprile, sono apparse le foto dei cadaveri lungo le strade. Per quanto riguarda le fosse comuni è diverso, ma i cadaveri sono stati fotografati il 3 aprile e i russi sono andati via il 31 marzo. Il governo ucraino stesso ha annunciato il 2 aprile che andavano alla caccia dei “complici della Russia”. Parecchi dei morti trovati per strada avevano una fascia bianca al braccio.

        Sembra che della gente le indossasse per indicare ai russi che erano neutrali, che non erano contro di loro. Con questo avanziamo solo una ipotesi e non vogliamo certo escluderne altre. La tecnica di attribuire dei morti al nemico però è vecchia, quando nel 1941 i tedeschi scopersero il massacro di Katyn con i cadaveri di tutti gli ufficiali polacchi catturati dai sovietici Stalin disse che non erano stati loro (e Roosevelt e Churchill, che erano suoi alleati, mentirono anche loro attribuendoli ai tedeschi).

        Ma in Ucraina la cosiddetta “rivoluzione di Maidan” ebbe come evento centrale una strage di un centinaio di persone, in maggioranza colpiti da cecchini. A distanza di tempo diversi reportage e ad esempio il documentario molto dettagliato di Oliver Stone “Ucraina in fiamme” del 2016, mostra molte testimonianze sul fatto che furono gli ultranazionalisti di Pravi Sektor ad appostarsi nel palazzo del conservatorio e sparare sulla folla per creare vittime.
        La censura di Zelensky

        Purtroppo, la storia dell’Ucraina degli ultimi anni non è piena solo di corruzione e ruberie che hanno fatto perdere alla moneta il 95% del valore e fatto emigrare milioni di persone. È una storia anche di violenza, che data dal 2014 e non da ora. Il governo Zelensky ha chiuso tutti i giornali, tv e partiti considerati dissidenti o di opposizione senza che nessuno sollevasse obiezioni nella Ue o in Usa. Ma in più c’è anche una storia di rapimenti, arresti e omicidi da parte degli ultranazionalisti di cui abbiamo fornito alcuni esempi. I milioni di cittadini ucraini di origine o lingua o con un senso di appartenenza russa sono ora considerati sospetti, ma parliamo di milioni di persone sparse soprattutto nella parte sud ed est del paese.

        L’Italia allineandosi ancora una volta con una regia “made in Usa” espelle diplomatici russi, sta inviando armi e applica un embargo quasi totale alla Russia. Questo avrà conseguenze pesanti per la nostra economia innanzitutto. Ma non è vero che stiamo aiutando un popolo aggredito. Il problema che nessuno vuole vedere è che ci sono due popoli dentro i confini dell’Ucraina, che purtroppo non riescono a convivere insieme. Anche se un popolo è in minoranza sull‘intero territorio nazionale è maggioranza in alcune regioni, e si tratta di una parte di popolazione discriminata da anni. Il fatto della lingua è fondamentale, chi in casa e con i conoscenti parla solo ucraino si sente diverso da chi invece parla quotidianamente russo. E questi ultimi sono alcuni milioni di persone. Forse il caso dell’Ucraina ci dimostra ancora una volta che la fine degli Imperi (in questo caso di quello sovietico) si porta dietro una lunga scia di dolori.
        Versioni contrapposte

        Non è affatto vero che è una situazione in cui da una parte ci sono gli ucraini e dall’altra i russi che invadono dall’esterno. Se si parla con russi di Mariupol o Odessa e non solo del Donbass o Donesk si sentono minacciati dai nazionalisti ucraini e questo avviene tempo. Se si parla con dei russi, anche quelli che vivono in Italia e quindi sono esposti a tutta l’informazione anti-Putin, si sente dire che i russi stanno combattendo per difendere altri russi da quelli che chiamano “nazi”, ma che in realtà sono nazionalisti ucraini. Il governo ucraino è in mano a nazionalisti che ora che sono in guerra e trattano tutti i russi dell’Ucraina come potenziali spie, sabotatori o “complici della Russia”. Questa è la ricetta purtroppo perfetta per avere violenze, arresti, torture e omicidi, ma all’interno delle zone controllate dal governo ucraino. Il caso citato all’inizio di uno degli stessi negoziatori ucraini che improvvisamente viene assassinato come presunta spia è emblematico.

        La realtà è diversa da quello che la propaganda di Zelensky trasmessa acriticamente dal mattino alla sera su tutti i media occidentali farebbe sembrare. Ci siamo allineati alla propaganda di guerra a senso unico già per Afghanistan, Iraq, Siria e Libia (e anche per il bombardamento di Belgrado). Non abbiamo imparato niente.

        Di Paolo Becchi e Giovanni Zibordi

    • XMAS, forse hai dimenticato che una patrimoniale la stiamo già pagando con le bollette di luce e gas. Dalla Russia non è mai arrivato tanto gas come da che c’è la guerra ed a prezzi immutati. Poiché il cattivo Putin il prezzo del gas non lo ha mai cambiato rispettando gli accordi a suo tempo presi.
      Ieri sera domenica 3, da Giletti, un funzionario dell’Eni ce lo ha spiegato molto chiaramente. Dovrebbe essere chi ha sbandierato di avere “vinto la POVERTA'” a rispondere del disastro che si sta verificando : chiusura di aziende e nuovi poveri. Quegli stessi che a cui noi noi li stiamo permettendo di raggiungere una pensione che gli assicurerà una vita agiata fino alla morte.

    • Tutto giusto, Draghi mi sembrava deludente da tempo, avevo pensato che comunque nessuno sarebbe stato peggiore di Monti, sbagliavo questo illustre Banchiere per la pace dell’Ucraina, che non ci riguarda direttamente, vuole portare l’Italia sul baratro della Dissoluzione Economica con scelte economicamente Criminali. Pochi hanno capito che più armi riceverà l’Ucraina più la guerra durerà con più morti e danni per i fautori delle sanzioni. Le azioni Criminali vengono compiute da ambo le parti ma gli intelligenti vedono solo quelle dei russi. Ad ogni azione feroce di una parte sarà risposto con più ferocia dell’altra fino al compimento di massacri totali. Quando i Russi arretrano cosa fanno gli Ucraini ai loro conterranei sospettati di collusioni certo li eliminano all’istante. e questi corpi legati con fasce bianche possono essere utili per provare un ulteriore massacro compiuto dai Russi. tutti hanno dimenticato il relatore partecipante alle prime mediazioni ucciso immediatamente con giudizio sommario. Gli Americani per l’omicidio Khashoggi volevano processare il Principe Bin Salman ma poi se lo sono dimenticato. Quali tribunali sono stati chiesti o attuati per i crimini USA in Vietnam e in Iraq ed i crimini degli Afgani anche questi dimenticati?. Zelenskyi recita ascoltato per una, necessaria per lui. III GUERRA MONDIALE. Evviva mi sento in buone mani e rassicurato. Antonio Giuffrè

  2. Sono basito. Il popolo bue è diventato pecora con i sieri magici obbligatori e adesso si stende a tappetino di fronte a un Landini che anzichè farci vedere i suoi stipendi e i bilanci del sindacato invoca la patrimoniale di supporto. Il popolo bue-pecora non si rende conto che rischiamo di fare la fine della Grecia senza nemmeno un colonnello che osi alzare la voce, pena la condanna al rogo.

  3. Le sanzioni colpiscono soprattutto chi le fa, è una strada sbagliata che porterà a schiantarci. L’errore è a monte, quando sono state rifiutate (dall’Europa telecomandata dalla Nato) tutte le strade diplomatiche che ora andrebbero ripercorse, cosa difficile dopo che si è dato “dell’animale” a Putin e espulso i diplomatici.
    La frittata è fatta…

  4. FDI HA UN MODELLO DA SEGUIRE : ORBAN
    Aiuti al’ Ukrayna ma niente ARMI (e neppure il transito)
    SANZIONI ma non siano sconvenienti al proprio Stato
    Ostacoli all’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA
    Tutto questo anche se l’Europa storce il naso .Non si possono prendere provvedimenti perché “lo fan tutti ”
    PER LA PACE BISOGNA INTERVENIRE SU ENTRAMBI I CONTENDENTI “gli Ucraini sono presi dentro come un sandwich da Usa e Russia .

  5. Giorgia non farti mettere l’elmetto da Enrico e Mario. Se Selensky preferisce annientare il proprio popolo per una striscia di territorio non tutti gli italiani sono disposti a combattere e morire per gli ucraini!!!

    • Giacomo Bruno Roncallo, difficile non concordare con te, nel pieno rispetto del popolo Ukraino che come noi è caduto in buona fede nell’abbaglio di un comico al governo. Eccone i risultati. E noi che lo stesso errore abbiamo commesso, dopo il disastro che stiamo subendo, anche gli oneri di una guerra dovremmo subire? Ha ragione il cinese Xi Jimping quando rispose a chi lo esortava a far pressione su Putin per la cessazione delle ostilità : chi la la tigre ha aizzato, spetta di placarla.

  6. Il disprezzo verso gli ucraini e la propensione a stare vigliaccamente col più forte, Putin, tra questi commenti, è imbarazzante e disgustoso. Io sono di Destra e con Giorgia nella maniera più assoluta, ma i noVax e soprattutto i proPutin, mi danno il vomito. Noi dovremmo essere indifferenti all’uccisione di civili, bambini e anziani, perchè sennò “le sanzioni ci si ritorceranno contro”??!! I commenti proPutin sopra vengono da persone CHE FANNO SCHIFO E DANNO IL VOLTASTOMACO per la vigliaccheria e codardia. Più spesso è la gente di sinistra così, in Italia purtroppo andiamo al contrario.

    • COME MAI NON TI INDIGNAVI QUANDO IL MACELLAIO BUSH MASSACRAVA IRACHENI PIUTTOSTO CHE AFGANI O LIBICI _AVETE TUTTI GLI OCCHI TAPPATI QUESTA [ UNA GUERRA CHE QUELLA M…A DI BIDEN VUOLE PER INDEBOLIRE L-EUROPA E PURTROPPO CHI CI VA DI MEZZO SONO I POVERI UCRAINI

    • Sei sicuro che sia Putin il più forte? L’indifferenza alle uccisioni va bene se gli assassini sono dello schieramento che sostieni? Vigliacco e codardo è chi esprime un’opinione diversa da quella dei mass media? Insultare chi la pensa in modo diverso da te portando come unico argomento la tua debolezza di stomaco non è l’atteggiamento che il PD fa suo da anni? Chi critica i provvedimenti sui GreenPass e sulle chiusure, chi solleva dubbi sull’efficacia delle vaccinazioni, anche se surroga le critiche con dati è automaticamente bollato come noVax. Chi non si allinea alle direttive USA e cerca di analizzare le ragioni del conflitto o pensa che dare armi agli Ucraini sia per loro un danno è un proPutin. E con i noVax e i proPutin non si discute, li si insulta… perchè a priori si ha ragione

    • Caro Daniele, forse le tue valutazioni non sono del tutto meditate. Molti come me che rilasciano commenti apparentemente pro-Putin, non sono tali se meditate con un minimo di intelligenza e lucidità. Che Putin sia ciò che tutti inaspettatamente vediamo, un despota assassino, non credo sia in discussione. Semmai sono l’incapacità di un comico eletto democraticamente, che, come da noi predicava una “decrescita felice”, in altra parte del mondo, come in Ukraina, complici gli interessi internazionali, un suo sosia ha portato all’autolesionismo di una guerra stupida che rischia di coinvolgere il mondo. Ma credo che nessuno intenda essere tanto scemo da essere buono con Putin e cattivo con gli Ukraini. Tanto è vero che anche un “tale” di nome Xi Jimping ebbe a dire a chi lo interpellava in merito : chi la tigre ha aizzato, la tigre plachi. E allora? Ragiona cazzo!

  7. Gentile On Meloni, sono un suo elettore e La stimo molto personalmente.
    Sull’ affare guerra russo-ucraina non condivido la Vs scelta in merito, cioe’ di sostenere le sanzioni e di inviare materiale militare. Ne’ Biden, ne’ il suo traino Nato-UE, ne’ Zelensky (che a me ricorda i governi fantoccio usati dagli USA nel mondo) hanno minimamente intenzione di far finire la guerra, tantevvero che accusano la Russia e Putin di ogni nefandezza. FDI doveva avere un atteggiamente piu’ equilibrato: assolutamente no all’ invio di armi (che ci rende belligeranti), sanzioni limitate , e forte spinta diplomatica. L’ Italia da sempre a bilancia dei pagamenti e commerciale in passivo, se non arriva il gas russo saltano le imprese e facciamo la fine della Grecia, altro che “condizionatori” (una frase cosi’ denota il disprezzo che Draghi ha per l’ intelligenza degli Italiani). Cercate di rimediare altrimenti davvero non vi voto piu’.

  8. Condivido pienamente quanto sopra scritto. Aggiungerei due cose. I] con tutto quello che accade come parte del popolo italiano non riesca a capire e rimanga legato ad una parte di politici che dicono fesserie a ripetizione II]] Draghi no commentn cccco

  9. D’accordissimo con Guido. On.Meloni, non si lasci trascinare nei vari errori che l’Ialia con il Super Draghi (con le tasche piene sarei capace anch’io) sta continuando a fare. Il “finto” buonismo ci porterà solamente alla catastrofe e non mi sembra ci vogliano tanti professori per capirlo. Ho l’impressione che Lei abbia un pò mollato dopo gli ultimi attacchi e vorrei, invece, che continuasse con la linea tenuta fino a poco tempo fa. Non vedo l’ora che arrivi il tempo delle prossime elezioni; se non si riuscirà finalmente a cambiare qualcosa, compresa la “costituzione”, l’Italia proseguirà solamente verso il declino del nostro popolo e diventerà un luogo di “bengodi” per i turisti, non per gli italiani costretti, per vivere, al servizio di questi personaggi. I popolo bue non ha ancora capito ma……………speriamo.

  10. Potrei anche rinunciare al condizionatore ma non posso smettere di utilizzare l’energia elettrica necessaria per l’attività della mia “boitina”
    La bolletta mensile di energia elettrica è già passata in un anno da meno di 2.000 € a più di 5.000 € (con un fatturato similare).
    Questo distribuito sull’intero anno comporta un aggravio di costi di oltre 30.000 € (praticamente lo stipendio lordo di un operaio).
    Possibile che questi economisti così esperti non riescono a capire che questo (se è un mancato utile) corrisponde a circa 15.000 € in meno di tasse pagate?
    Oppure sono mancati investimenti o minori disponibilità finanziarie ecc.
    Aver ridotto l’IVA è servito ai privati ma alle ditte non è cambiato nulla (l’IVA va in detrazione) quello che serviva era diminuire le accise ma soprattutto diminuire la burocrazia, non è possibile (da quello che si sente in TV) che ci vogliono almeno 15 anni per avere le autorizzazioni per costruire impianti eolici o fotovoltaici
    Non aggiungo altro di quello che penso altrimenti farei un poema

  11. Condivido l’analisi fatta da Guido per quanto attiene la guerra russo-ucraina nonché quanto sostiene Daniele sui pro-Putin e noVax. A proposito dei noVax mi sa che con gli ultimi provvedimenti del Governo (riduzioni delle restrizioni) stiamo facendo il loro gioco! Ho un parente che, pur avendo superato gli ottanta anni, ha deciso di non vaccinarsi e ora mi dice : “l’ho vinta io! – potrò viaggiare, frequentare ambienti chiusi (ivi compresi Hotel) senza bisogno del green pass”. Erano previsti sanzioni monetarie per i noVax ? Solo per pochi!! Che pagliacciate!

    • Non sono vaccinato, abito in un paese nel quale, semplicemente, i tribunali hanno bollato il Green Pass incostituzionale, dal 19 aprile aboliranno l’ obbligo delle mascherine al chiuso ( parlo della Spagna). Siete l’unico paese che continua a parlare di restrizioni e multe per i lavoratori. Si vada a leggere Report Covid-19 della UK HSA ( Istituto di Sanita’ Inglese)

  12. autorevolezza? ma questo cialtrone non capisce niente di politica e non vuole altro che portare il nostro Paese allo sfacelo, opera iniziata nel lontano 1992 a bordo del panfilo reale Britannia, continuata poi negli anni ed ora, come capo del governo, cerca di demolire quel poco che resta delle imprese italiane: Questo boia è da mettere immediatamente sotto processo e condannarlo per alto tradimento, assieme ai suoi sodali Prodi, Amato, Mattarella, ecc con lavori forzati a vita. O ci liberiamo di questo mentecatto o ci ritroveremo nelle stesse condizioni della Grecia

  13. Mi sembra che tanto per cambiare l’Italia (secondo i commenti letti) sia sempre spaccata in due; provo io a fare chiarezza essendo d’accordo e perfettamente con una metà dei Commenti; Ha ragione De luca Governatore Campania quando dice che gli USA e la NATO con cui ci comportiamo da maggiordomi per non dire da lacchè e servi ci sta trascinando su un piani inclinato; se De Luca dice con eufemismo che non si sa dove si scivolerà io vi dico che la crisi economica è ancora un niente: si rischia la guerra nucleare da svolgersi naturalmente non negli USA ma in Europa e forse anche in Italia.
    Lo volete capire? io poi direi : cosa sono mille morti se sono tanti in Ukraina in confronto ai 600000 civili morti in Iraq (dove non c’erano le armi di distruzione di massa) ai 200000 morti di Iroscima e Nagasaki ai 200000 morti di Dresda bombardata a morte nella seconda guerra mondiale quando la Germania era gia’ a pezzi alle migliaia di morti sotto i bombardamenti alleati in Italia e la lista sarebbe lunga; però nessuno ha mai parlato di crimini di guerra per gli americani per i Russi sì
    questa non è ipocrisia?
    in ogni caso l’Italia come al solito verrà rovinata se non ancora dalle bombe dal disastro delle sanzioni che colpiranno soprattutto noi : la moda il turismo gli Oligarchi che non verranno più a spendere miliardi
    e qui si parla di condizionatori ?? ……
    io direi al comico e a Biden : vuoi fare la guerrra ? falla tu troppo comodo tirare in ballo mezzo mondo far morire migliaia di civili e poi parlare dei russi cattivi ogni santo giorno dal bunker

  14. Ora molti italiani ascoltano i TdiG senza ragionare. Le origini della guerra le ha dette in modo chiaro Crozza in questo filmato: https://www.youtube.com/watch?v=94Kl2rbl6A4 possibile che un comico veda meglio del “governo dei migliori”? Abbiamo un Draghi servo di Biden, ed un Zelesky messo come presidente con un golpe sostenuto dagli americani a quale scopo, se non per fare incazzare Putin?. Si parla dell’ invasione dell’ Ucraina come di un delitto contro la Democrazia, ma non c’é stata la stessa attenzione per il Dombass, eppure in Dombass sono morte 14.000 persone fra cui centinaia di bambini ed allora chiediamoci: sono da meno i bambini morti a causa della guerra ucraina contro Donetsk e Lugansk, che quelli morti a Kiev? Si parla di stragi compiute dai russi in ritirata, che ci potrebbero anche essere, ma non c’è stata nessuna chiarezza sui fatti. In televisione è stato inquadrato il cadavere di un uomo in bicicletta e dietro c’era una macchina. La macchina non presentava alcun foro di proiettile per cui è probabile una messa in scena. Poi mostrano una fossa comune dietro una chiesa, in piena vista, se fosse stato un eccidio lo avrebbero fatto lontano da testimoni o no? Si vuole processare Putin per crimini di guerra ; non vi sembra giusto processare prima Zelensky per la guerra nel Dombass e Biden per le atrocità perpetrate dai suoi marines in tutto il globo? Non sarebbe più giusto processare tutta l’ America per le guerre fatte per esportare la sua democrazia e tenersi le ricchezze delle popolazioni invase . Cominciarono con i pellirosse… e non hanno ancora finito. Dove c’é oro, petrolio, le materie prime ci sono loro che esportano la democrazia. Ora Draghi ci chiede di non accendere i condizionatori perché l’Europa vuole ulteriori sanzioni contro la Russia. Io credo che non sia normale portare l’Italia alla miseria, al suicidio economico, e poi credete che lui non farebbe uso del condizionatore? Le sanzioni ci ritorneranno come un boomerang che colpirà solo il popolo, i potenti possono anche spostarsi dall’Italia, ma il popolo rimane per pagare i loro grossolani errori. Se Zelensky avesse discusso subito con Putin avrebbe trovato una soluzione pacifica, no? ma lui vuole entrare nella NATO per portarci ad una guerra nucleare. Io sono solidale con la gente ucraina, è giusto aiutarla, ma ritengo giusto aiutare anche i russi, perché anche loro sono figli di un unico Dio, fatti a sua somiglianza, come tutti gli esseri umani. Cosa si dovrebbe fare? Smetterla di dare armi, la guerra finirebbe prima, i danni sarebbero minori ed anche i morti sarebbero meno, la devastazione sarebbe meno. Che se ne fanno gli ucraini di una terra devastata, di città che non esistono più, di un’economia da fame. Riconoscere le zone russofone indipendenti, quindi rinunciare al Dombass ed alla Crimea. Non entrare nella NATO, fare un patto di neutralità con garanti Italia , Germania, Russia, Cina, America, Sciogliere i battaglioni nazisti, che sono almeno una quindicina, fra cui l’ Azov. Cercare la collaborazione con la Russia da parte dell’ Europa, perché all’ orizzonte, per mancanza di grano, a causa delle sanzioni e la guerra, ci saranno milioni di morti in Africa e milioni di persone cercheranno di arrivare in Europa per salvarsi dalla carestia. Se i politici fossero in grado di guardare oltre all’ orizzonte vedrebbero danni maggiori della stessa guerra. In un mondo globalizzato siamo tutti bene o male dipendenti gli uni dagl’altri,” non è che se mi do una martellata ad un dito il resto del corpo non ne risenta”. Quindi sarebbe ora di finirla, ma Biden e Zelesky non vogliono che la guerra finisca, anzi aumentano la pressione, c’é il rischio di un Armaghedon nucleare e se questa è la volontà di Dio allora nessuno potrà fermare nessuno. E così come ai giorni di Noè, la persone mangiavano e bevevano e non si avvidero di nulla, finché il diluvio li spazzo via tutti.

  15. Rispondo ad ADRIANO e faccio presente che ho già commentato su questo tema.Lasciamo stare le guerre passate e guardiamo all’odierno.Di Ucraina ormai se ne parla continuamente ed il mio pensiero e quello di tanti altri è che questa è una guerra fra Biden (USA) e Putin con attori Ucraini e star il comico.
    L’esportatore di democrazia vuole il cambio di regime in Russia e x ottenerlo foraggia di armi gli ucraini prolungando la guerra chiaramente con l’appoggio della NATO.
    Ricordo a TUTTI ed in particolare al Sign.DOMENICALI , al quale preciso che il sottoscritto è di DX da sempre ,che vi è un altra guerra in corso peggiore di quella in Ucraina e della quale nessuno parla poiche’ vi è coinvolta l’Arabia Saudita e come al solito gli USA,ovvero dello YEMEN.
    I bombradamenti ed i missili Sauditi dal 2015 ad oggi hanno raso al suolo il paese,non c’e’ cibo,medicinali ,aspedali,scuole e il colera ha fatto già 1 milione di morti.
    17mila bambini e quasi mezzo milione doi civili sono morti ma nessuno ne parla.Impensabile mettere sanzioni all’Arabia Saudita fornitrice di petrolio a mezzo mondo e gli USA fanno affari d’oro fornendo aerei ,missili ed armi varie .Il gesuita argentino non ha mai speso una parola sui bambini massacrati nello Yemen che, se anche di diverso colore e religione, rimangono pur sempre dei bambini.
    Egr.signori andatevi a vedere le immagini ed i video in internet, vi assicuro che non sono taroccate .
    Per quanto riguarda i clandestini il problema diventerà serio fra non molto.Con la bella stagione ci sarà una vera e propria invasione con migliaia di sbarchi e ONG che raccatteranno a dx e sn .Le prime previsioni danno 500 mila/1milione di clandestini da Libia-Algeria e Tunisia a c ui si aggiungono gli Ucraini che se perdurerà la guerra potrebbero arrivare al numero di 2 milioni e a quelli della rotta balcanica.Il risultato sarà che occorreranno parecchi miliardi x l’accoglienza mentre chi sarà felice saranno le COOP rosse che triplicheranno di numero e mangeranno a 7 ganasce.
    A quel punto forse il popolo bue si sveglierà ed inizierà a protestare in strada come fanno i francesi anche se ne dubito.

  16. combattiamo contro la dittatura del World Economic Forum,( che sono quelli che hanno organizzato la guerra batteriologica del covid e hanno assassinato 160.000 italiani).
    Aiutiamo Putin a liberare l’ Italia e a liberare l’Europa dei popoli.

  17. Se l’UKRAINA e/o gli USA avessero PROCLAMATO SOLENNEMENTE che l’UKRAJNA NON ADERIRA’mai alla NATO, la pace regnava!!. Ma a loro non interessa la pace,solo annientare la Russia e perciò fanno ciò che sanno fare meglio, fare guerre o provocarle come in Ukrajna. Infatti, non forniscono proposte di pace,ma armamenti alla fazione nazi al Governo che da anni bombarda Donbass e Lugansk autoproclamate repubbliche dopo la rivoluzione arancione, aggravando così la crisi. Da anni gli USA scatenano escalation di embarghi, sanzioni e guerre (bombe a Natale sul popolo serbo di Belgrado,nonché Libia, Kosovo, Irak,Afganistan, Siria, ecc,con migliaia di morti e milioni di profughi!!) per allargare NATO e armamenti . Violando gli accordi di Budapest, dal 2000 La NATO ha conquistato gli ex sovietici Polonia,R.Ceca, Bulgaria,Estonia, Lettonia, Lituania,Romania, Slovenia e da poco Macedonia, Montenegro,così avvicinandosi minacciosamente e provocatoriamente alla Russia. Con l’annessione alla NATO di Serbia, Moldova,Georgia, Ukraina, ora solo associati, completerebbero l’accerchiamento e l’assedio alla RUSSIA a ridosso dei suoi confini SW con armamenti e missili. Nel 1962 Gli USA del “pacifista”democratico” KENNEDY, fallita l’invasione di Cuba, con embargo e minacce di GUERRA atomica costrinsero l’URSS di Kruscev a ritirare i missili nucleari. Tutti lodammo Kennedy. E ora perché non riconoscere alla Russia lo stesso diritto di non avere missili ai propri confini? Ostracizzano i russi da eventi e consessi, perché si sa, sono i padroni del mondo e di tutto, e quando lo decidono loro, anche sport, cultura,arte,ecc, fanno politica. Hanno punito retroattivamente di 2 secoli persino il delizioso Ciajkosvkyi e il sommo Dostoievskji!!. Se ciò è amicizia e pacifismo!!Questa Russia,europea,anticomunista, democratica (Putin rieletto con 2 presidenziali), non ha mai minacciato nessuno, pazientemente ammonendo sui rischi della loro aggressività, né tantomeno l’Italia, che anzi si è assai giovata dei buoni rapporti. Noi non siamo nemici di nessuno nè dei Russi. Certo,ora c’è crisi umanitaria, ma le tante scatenate da loro? Gli USA hanno bloccato l’allaccio in Germania del nuovo gasdotto russo NordStream2 che erogherebbe tanto gas da far precipitare i prezzi con enorme beneficio anche dell’Italia sempre a corto di energie e a buon mercato. Chi ci guadagna? Indovinate: gli idrocarburi dagli USA andati alle stelle!!!. Amo gli Usa e la sua civiltà, ma ora dissento dalla sua politica. E che ridere di DRAGHI,non eletto da nessuno, idolatrato da partiti e MEDIA, in preda a delirio di onnipotenza, il DON CHISCIOTTE che minaccia la guerra e “catastrofiche” sanzioni alla RUSSIA!!. mentre siede su un’Italietta ridotta da 60 anni di CSX a dipendere al 100% da altri (manca persino il grano che era il ns forte!) , vietando l’utlizzo di ogni ns risorsa endogena, energia nucleare, giacimenti di idrocarburi,ecc. Forse non ha visto la benzina a €.2,399/lt e il grano a €.60/q (+100%)o forse non ha mai visto un distributore vero e proprio. Come minacciatori di sanzioni facciamo solo sbudellare dalle risate, ci minacciamo e ci sanzioniamo da soli. l’Italia farà a meno di grano, mais, benzina, cioè di cibo,energia, trasporti, riscaldamento, ecc, ma povera Russia che farà a meno di Facebook, Amazon, Google,ecc ,!! Solo paesi come USA, Cina, Russia e pochi altri possono fare sanzioni,addirittura guadagnando! E l’ITALIA?subito NEUTRALE!!!!

  18. La crisi energetica è AUTOCREATA dalle sanzioni che non abbiamo bisogno di imporre.. Restiamo neutrali, accogliamo i fuggiaschi giusto per umanità MA RESTIAMO FUORI da qualunque presa di posizione, sanzione, eccetera.. Draghi non ha mai gestito una azienda, non ha mai messo i suoi beni in ipoteca per andar avanti a dare lavoro agli Italiani… sa solo imporre regole stupide… Non facciamoci AUTOFALLIRE ! Fate cadere questo governo, prima accade meglio sarà per l’Italia ! Erdogan è dittatore quanto Putin eppure non hanno imposto alcuna sanzione su di lui quando fece le purghe arrestando i suoi propri cittadini a decine di migliaia !!!

  19. concordo con le critiche all’atlantismo della Meloni. Gli USA non sono nè amici nè difensori degli stati europei; cercano di esserne i controllori economici e politici: insomma i padroni. L’Europa delle Patrie, che è l’unica nostra speranza, deve essere la strada maestra da percorrere. alla faccia di chi va negli USA per raccattare qualche soldino elettorale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
9,677FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati