Ucraina, Meloni: UE istituisca compensazioni per paesi più colpiti da sanzioni

Si è svolta oggi una riunione straordinaria dell’ufficio di presidenza di ECR Party (Partito dei Conservatori e Riformisti Europei) convocata da e interamente dedicata alla crisi ucraina. “È passato esattamente un mese dalla brutale aggressione russa all’Ucraina, che la nostra famiglia politica ha condannato dal primo momento e senza esitazioni. Voglio rivolgere il nostro pensiero alle vittime, agli oltre tre milioni di rifugiati e all’orgoglioso popolo ucraino, che sta resistendo in condizioni estremamente difficili, manifestando una straordinaria devozione alla propria patria e alla libertà. La libertà non è un valore negoziabile.” Ha detto nel suo intervento introduttivo la leader di Fratelli d’Italia e Presidente di ECR Party, Giorgia Meloni, ricordando l’impegno dei partiti aderenti a ECR e la missione a Kiev dei primi ministri conservatori, il polacco Morawiecki e il ceco Fiala, insieme allo sloveno Jansa. “Oggi e domani si svolgono anche importanti vertici della Nato e dell’Unione europea, dai quali ci aspettiamo messaggi chiari e univoci. Se l’Ue vuole mettere in atto sanzioni più severe dovrebbe sostenere i paesi che sarebbero più colpiti da una tale scelta. Durante la Brexit, l’Ue ha lanciato un fondo di compensazione per i paesi che hanno sofferto di più: bisognerebbe istituire un meccanismo simile, molto più consistente in termini di risorse, accompagnato da politiche monetarie flessibili sia a livello europeo che internazionale. C’è anche la questione della crisi energetica: è necessaria un’azione immediata per abbassare il costo delle bollette che stanno strangolando le nostre famiglie e le nostre imprese. Questo è il momento del pragmatismo ed è qui che noi conservatori europei possiamo dare il meglio”.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

8 Commenti

  1. In guerra, non esiste chi è buono e chi è cattivo. Esiste solo il CATTIVO e il PESSIMO. Perciò, non capisco perchè gli italiani, dovrebbero parteggiare x questi, che invece di risolvere le loro questioni PARLANDO per patteggiare una risoluzione ai loro problemi, trovano più comodo, mandare allo sterminio e alla fuga i propri concittadini. Non capisco il motivo per cui il parlamento italiano, si è alzato in piedi, COMPATTO, per applaudire il COMICO ZELESKI. Vorrei tanto sapere, perchè non va LUI in prima linea. Lui che insieme al popolo ucraino, da ben 8 anni, è in guerra con il Donbass. Si vergogni questo COMICO di quel che sta facendo al suo popolo. E la NATO, torni a casa sua.

  2. Una guerra che dura già da un mese e sta uccidendo troppi innocenti Un presidente che oggi fa simpatia ,anche se un comico io come presidente proprio non lo avrei accettato; comunque ora sembra essere abbastanza credibile e all’altezza del tragico momento . Si pensa che la guerra durerà ancora molto e che sempre più saranno i morti e le distruzioni ,i danni irreparabili alle città colpite .
    Non sono io l’esperta di politica estera,ma sono convinta che avrebbero dovuto rendersi conto prima ,di tutto quanto sta accadendo ora .
    Putin mi sembra che voglia vincere ad ogni costo e temo sia un pericolo anche per altri paesi . M de Gennaro

  3. mi meraviglio che una donna che ha dimostrato di non ri-votare Mattarella, ora non si schieri contro Putin ok, ma anche quel deficiente di Zalensky che essendo lui una zecca, abbia messo in pericolo il suo popolo mandandolo a morire , pur di andare contro un dinosauro come Putin convinto che l’europa e l’america lo avrebbero seguito? E ancora, lui decide di fare la guerra e noi li dobbiamo aiutare ospitandoli? ma basta avete rotto le palle! Quando in america una persona è condannata alla pena di morte, si fanno cose allucinanti per avere la grazia pur essendo un assassino, qui ammazzano migliaia di donne bambini e soldati e lo permettete? ma andate a cag…..

  4. mi meraviglio che una donna che ha dimostrato di non ri-votare Mattarella, ora non si schieri con Putin ok, ma anche quel deficiente di Zalensky che essendo lui una zecca, abbia messo in pericolo il suo popolo mandandolo a morire , pur di andare contro un dinosauro come Putin convinto che l’europa e l’america lo avrebbero seguito? E ancora, lui decide di fare la guerra e noi li dobbiamo aiutare ospitandoli? ma basta avete rotto le palle! Quando in america una persona è condannata alla pena di morte, si fanno cose allucinanti per avere la grazia pur essendo un assassino, qui ammazzano migliaia di donne bambini e soldati e lo permettete? ma andate a cag…..

  5. dispiace ripetermi, ma gli italiani sono già stati presi in giro da un comico italiano, ed ora arriva sulla scena un comico ucraino ed i nostri politici ad ascoltare ed esaltare quello che dice, è imbarazzante, ma ci siete o ci fate.

  6. nell’antica Roma era vietato ai comici fare politica. solo danni fatti da una classe politica piccola, impreparata e inetta. siamo passati da Andreotti, margareth Tatcher, de Gaulle, Amintore Fanfani, Spadolini, Merkel a macron, boris johnson, grillo, biden, di maio ehodettotutto. Putin, che ha sbagliato, su questo ci fa leva; cosi come vorrei sapere quanti giornali o tg della cnn, bbc, cds, rai e mediaset hanno parlato dei 15000 russi uccisi non da Putin in 5 anni di guerra nel donbass. per concludere basta leggere il trattato russia-cina del 4/02/2022 ed e’ tutto chiaro. non penso sia l’Ucraina a cui senza ipocrisie nessuno sembra interessare nei fatti ma solo a a parole o aiuti umanitari, il grosso pericolo e’ l’attacco della Cina per annettere Taiwan-Formosa

  7. vergognoso che i nostri parlamentari si siano alzati in piedi ad applaudire questo personaggio che sta tentando in tutti i modi di portarci verso una guerra mondiale e sta facendo distruggere il proprio paese oltre a far morire ed espatriare la sua gente!

  8. Sono perfettamente d’accordo con Lucia e Gian;
    dirò di più: Putin si dovrebbe rifiutare a priori di parlare con Zelensky
    dovrebbe dire che non è rappresentativo del popolo Ukraino e che non parla e non tratta con comici pseudo eroi sulla pelle degli altri.
    Dovrebbe dire invece: resa incondizionata entro 48 ore, consegna immediata di Zelensky all’Armata Russa, ed evacuate Kiev sempre in 48 ore;
    a proposito se è vero che I russi stanno lasciando Kiev io non sarei tanto tranquillo
    Dicono che prima di un grosso Tsunami il mare si ritiri di 10 km
    Chi vuole capire capisce
    Putin dovrebbe rispondere con due semplici parole:
    Vae victis! (guai agli sconfitti!)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,389FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati