Ue, Farm to Fork: Fratelli d’Italia in difesa dell’agroalimentare italiano, web con le principali associazioni del settore

Difesa delle aziende della filiera dell’ italiano, trasparenza nei confronti dei consumatori, protezione della dieta mediterranea, ma soprattutto lotta al : sono stati questi i temi al centro del web : “Farm to Fork e Made in Italy. Difendiamo l’ italiano”, organizzato oggi pomeriggio dalla delegazione di Fratelli d’ al europeo che ha riunito e ha dato ascolto ai vertici delle più importanti associazioni del settore. Notevoli le criticità espresse e condivise dal guidato da Giorgia Meloni che si batte ormai da tempo per chiedere al italiano di opporsi con fermezza al sistema di etichettatura . Per il presidente di Ettore Prandini: “Farm to fork può essere un’opportunità, ma sono tantissime le incoerenze che ancora oggi ci sono a livello europeo. Per esempio un tema da noi molto sentito è quello della trasparenza, non è accettabile che l’obbligo dell’origine non sia una norma diffusa in tutti gli stati membri. Mentre invece si esalta il , una forma di etichettatura fortemente ingannevole che non mette in trasparenza ciò che viene fatto all’interno dell’ agricola, ma che favorisce tutti i prodotti di sintesi, che nulla hanno a che fare con i processi produttivi delle nostre agricole”. “Con la prossima strategia “From Farm to Fork” dobbiamo cercare di rilanciare l’immagine dell’ italiana ed europea. Non è quello che appare,- spiega il  Presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti – noi siamo più ambientalisti di quello che sembra, noi siamo gli ambientalisti per natura, noi siamo quelli che tutelano il territorio e lo rispettano. E’ grazie agli agricoltori che c’è un ambiente sano e soprattutto ci sarà un futuro legato all’ che produce bene i cibi che tutti vogliono”.  “La Farm to Fork è una strategia che condividiamo come suo obiettivo generale, – dichiara il presidente di  Federalimentare Ivano Vacondio – tuttavia ci sono delle proposte che ci preoccupano moltissimo perché sono lesive dei nostri prodotti. Mi riferisco in particolare ad alcune dichiarazioni che abiurano tutti i prodotti a base animale. Non li possiamo condividere, così come non possiamo condividere la proposta del che vuole mettere dei bollini rossi su alcuni prodotti dividendo gli stessi tra quelli sani e quelli non sani. La dieta mediterranea è la dieta più importante che c’è al mondo che noi vogliamo che venga salvaguardata”.

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

18,508FansLike
5,564FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x