Un altro primato italiano sul PNRR: la quinta rata sarà richiesta entro il 31 dicembre

Promessa mantenuta: oggi è stato riconosciuto il raggiungimento dei 52 obiettivi che permetteranno al governo italiano di presentare alla Commissione europea entro la fine dell'anno la richiesta della quinta rata. È quanto comunicato dallo stesso presidente del Consiglio tramite i suoi profili social. Questa mattina, infatti, si era riunita la cabina di regia del PNRR, presieduta dal ministro per gli Affari europei, il Sud, le Politiche di coesione e il PNRR Raffaele Fitto e composta da ministri e rappresentanti dei ministeri competenti, proprio per ratificare il raggiungimento degli obiettivi. La richiesta sarà di circa 10,5 miliardi di euro.

Per si tratta di un “traguardo che si somma al primato già raggiunto dall'Italia, ovvero quello di essere la prima Nazione in Europa ad aver presentato la quarta richiesta di pagamento del PNRR”. Ora, l'Italia attenderà i 16 miliardi di euro della quarta rata, che arriveranno nei prossimi giorni e che formeranno un totale di 102 miliardi di euro già incassati. “Ringrazio – scrive Meloni – il Ministro Fitto, tutti i Ministri e le Amministrazioni centrali e locali che hanno contribuito a questo grande risultato, che testimonia ancora una volta lo straordinario lavoro portato avanti in questi mesi”.

Un lavoro portato avanti da mesi, nonostante i dubbi e le accuse delle opposizioni soprattutto in merito alla revisione del PNRR, che avrebbe comportato, secondo gli stessi, un isolamento internazionale dell'Italia. Pericolo rientrato e dicerie smentite: la quarta rata del PNRR sta per arrivare, mentre la quinta sarà richiesta, come promesso, entro il 31 dicembre 2023. Tutto questo non fa che confermare che il lavoro celermente svolto dal , in tema di applicazione dei vari punti del PNRR nonché di saldatura dei rapporti internazionali, continua ad essere serio e soprattutto ben visto agli occhi dei leader stranieri e delle europee.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota
0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x