West Nile. Capecchi (FdI): “Conseguenza dei cambiamenti climatici. Interrogazione in Consiglio Regionale”

“Aumentano i casi di West Nile nel nostro Paese e non è un caso che se ne sia registrato uno anche in Toscana. Fortunatamente la signora affetta da meningoencefalite sembra in via di guarigione.
La presenza del virus a livello autoctono, l’anziana non si era recata in un Paese straniero quindi il West Nile le è stato trasmesso probabilmente da una zanzara, sembra soprattutto una conseguenza dei cambiamenti climatici.
La Regione Toscana da anni fa parte del sistema di sorveglianza veterinaria del West Nile, ma di fronte all’aumento delle temperature e una diminuzione delle precipitazioni nel periodo estivo, dovrebbe iniziare a valutare una più capillare opera di prevenzione.
E’ fondamentale promuovere campagne comunicative, anche online, per far conoscere i pericoli connessi alle punture di zanzara; allo stesso tempo bisogna rendere nota a più cittadini possibili l’importanza dello sradicamento dei focolai di zanzare nei luoghi privati.
Presenteremo una interrogazione in Consiglio regionale per conoscere i dati della Asl Toscana centro e della Regione Toscana in merito alla diffusione del virus a livello umano e faunistico. I cittadini devono essere messi al corrente della portata e dei pericoli connessi al virus ed attivarsi quanto prima per evitare di contrarlo. Il Covid ci ha insegnato che una comunicazione puntuale è talvolta una delle terapie più efficaci” lo dichiara Alessandro Capecchi, consigliere regionale di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
9,719FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati