Manovra, il Governo Conte verso un ulteriore dietrofront sul deficit

Potrebbe arrivare a breve un nuovo dietrofront del Governo Conte sul deficit. La penultima correzione alla finanziaria, fatta un mese fa, prevedeva un deficit non più fisso al 2,4% per tre anni, com’era in origine, ma una riduzione graduale nel secondo e terzo esercizio fino ad arrivare al 2% nel 2021.
Secondo alcune fonti governative, riportate dalla stampa nazionale, l’esecutivo sarebbe pronto ad assecondare l’Unione europea e a ridurre nuovamente il rapporto deficit/Pil previsto nella manovra di bilancio, portandolo al 2% già nel 2019. In pochi giorni il provocatorio «andiamo avanti» (quasi come il più famoso “me ne frego”), detto dal Governo Conte dopo la bocciatura della manovra da parte della Commissione europea, rischia di trasformarsi in un detrofront vertiginoso.
Se queste anticipazioni di stampa saranno confermate, non dovrebbero esserci più, nel pacchetto emendamenti presentato alla Camera, il taglio alle pensioni d’oro e le norme sulla famiglia. In totale sarebbero oltre cinquanta le sforbiciate alla spesa pubblica per far quadrare i conti. Vediamo i più significativi.
La Flax tax al 15%, già ridotta alle sole partite iva, non verrebbe applicata per “l’esercito” dei collaboratori a contratto che lavorano esclusivamente, o quasi, con i datori di lavoro. 25 milioni andrebbero alle Forze armate e di polizia per il riordino delle carriere professionali. 30 milioni l’anno, per 10 anni, al CNR (Consiglio nazionale delle ricerche). 120 milioni alle regioni per 4000 assunzioni nei centri dell’impiego. 120 milioni nel 2019 e 160 milioni nel 2020 per il fondo destinato al reddito di cittadinanza. Nel campo sanitario, ci dovrebbe essere la possibilità di assumere, negli ospedali pubblici, medici senza concorso, a tempo determinato, per sopperire alle carenze organiche e 350 milioni di euro in 3 anni per ridurre le liste d’attesa.
Insomma, con lo spread che rimane su e la procedura d’infrazione che diventa sempre più minacciosa sembra che il ministro Tria si sia convinto a rivedere l’impianto della manovra per non avere a che fare con i Commissari di Bruxelles. Dati, che se confermati, si tradurranno in più di un passo di lato per i due vicepremier che si apprestano ad assaltare il Parlamento europeo alle prossime consultazioni. Nell’eventualità speriamo siano, almeno, passi fatti per il bene del Paese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

17,723FansLike
3,554FollowersFollow

Leggi anche

Vincenzo Maria Tripodi e gli eroi della nostra quotidianita’

“Una pizza in via ...”. Tanto è bastato al giovane poliziotto Vincenzo Maria Tripodi per capire che dietro quella richiesta strana non vi fosse...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

Vincenzo Maria Tripodi e gli eroi della nostra quotidianita’

“Una pizza in via ...”. Tanto è bastato al giovane poliziotto Vincenzo Maria Tripodi per capire che dietro quella richiesta strana non vi fosse...

Lockdown. Quei verbali che sbugiardano Conte.

«Questo governo non agisce col favore delle tenebre», assicurava “Camaleconte” in pieno lockdown nella celebre conferenza stampa stile caudillo sudamericano. Davvero? Pochi giorni fa ha...

Rete Unica, Meloni: sulla Rete o si fa la separazione strutturale o si applica la Legge 136 del 2018

“Il progetto sul futuro della rete sostenuto dal governo va in direzione opposta alla soluzione approvata dall’attuale Parlamento e in linea con il quadro...

Dl Agosto, Meloni: blocco licenziamenti solo con Cassa Integrazione, proposte FdI avrebbero aiutato ma sono state tutte bocciate

“È giusto bloccare i licenziamenti unicamente se il blocco dei licenziamenti corrisponde senza limitazioni al pagamento della cassa integrazione. Perché una cosa è che...