Orrore nel campo migranti: violentata bambina di 3 anni.

Lunedì sera, una bambina di tre anni, figlia di una famiglia afghana che ha presentato domanda di asilo, è stata trovata priva di sensi nel fango del campo per di Kara Tepe sull’isola greca di Lesbo. La povera creatura sanguinava e secondo la prima diagnosi dei medici che erano nel campo e l’hanno visitata, era stata violentata . Ha ripreso conoscenza nell’ufficio del medico del campo ed è stata trasportata all’ospedale di Mytilene per ulteriori esami e cure. La polizia sta indagando sul caso. Lo riferisce il giornale online greco Proto Thema. Questo campo è stato creato dopo che il famigerato campo di Moria è stato bruciato, presumibilmente dagli stessi migranti , all’inizio dell’anno.

Il campo precedente di Moria era anche noto per il suo sovraffollamento e le condizioni precarie, insieme a un alto numero di aggressioni sessuali contro donne e bambini.

Nel 2018, un rapporto dell’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR) ha affermato che il campo di Moria era diventato una zona vietata per donne e bambini a causa dei pericoli della violenza sessuale da parte dei maschi.

Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,182FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati