Ucraina, Fratelli d’Italia: “Difendiamo insieme i valori di libertà”

In queste ore gli occhi sono puntati sull’Ucraina, per una guerra che viene combattuta a poche migliaia di chilometri da noi. “Inaccettabile attacco bellico su grande scala della Russia di Putin contro l’Ucraina. L’Europa ripiomba in un passato che speravamo di non rivivere più. E’ il tempo delle scelte di campo. L’Occidente e la comunità internazionale siano uniti nel mettere in campo ogni utile misura a sostegno di Kiev e del rispetto del diritto internazionale”, ha affermato il Presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Il messaggio inviato da Giorgia al Presidente del Consiglio Mario Draghi prima della partenza per il CPAC 2022 di Orlando in Florida.

Ucraina, Meloni a Draghi: da opposizione patriottica di FdI massima collaborazione

Il messaggio inviato da Giorgia all’Ambasciatore d’Ucraina in Italia Yaroslav Melnyk prima della partenza per il CPAC 2022 di Orlando in Florida.

Meloni all’ Ambasciatore d’Ucraina: solidarietà e sostegno al popolo ucraino

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha riferito stamani alle Camere su quanto sta accadendo. “Auspichiamo che l’Italia abbia un ruolo da protagonista nello scenario internazionale. – ha detto intervenendo in aula alla Camera il capogruppo di Fratelli d’Italia Francesco Lollobrigida – Presidente Draghi, noi la contrasteremo sempre a viso aperto, ma non si dovrà mai guardare le spalle da fuori dai confini nazionali”.

“Bisogna essere chiari su quelli che sono gli obiettivi strategici che ci dobbiamo porre, perché, sul piano militare, l’Europa è debole perché non ha investito, l’Italia non ha mantenuto gli impegni di spesa sul piano militare previsti dalle nostre leggi. – ha aggiunto – Lo sappiamo anche noi che, con il costo di un F35, si pagano migliaia e migliaia di redditi di cittadinanza, ma, se quelli servono a comprare consenso, le armi servono a difendere i confini, le nazioni, la libertà e questo errore lo stiamo pagando”.

“Nelle ultime ore l’Italia è scomparsa, non si è vista, ne abbiamo sentito parlare in spregevoli battute in Ue e nelle parole di un ministro russo. – ha proseguito – Noi vorremmo un’Europa più forte, un continente che sia capace di intimorire quelli che possono essere avversari della libertà”. “Fratelli d’Italia aveva chiesto un voto del Parlamento che le desse forza, anche sul piano internazionale, ma abbiamo perso anche questa occasione”, ha concluso Lollobrigida.

“Non esistono ragioni politiche, geopolitiche, storiche o peseudostoriche per giustificare una guerra di aggressione. – ha sottolineato al Senato il capogruppo Luca Ciriani – Fratelli d’Italia è l’unica forza di opposizione in questo Parlamento ma saremo al fianco del governo e più in generale dell’Occidente e del mondo libero, perchè in questo momento sarebbe impossibile non schierarci”.

“A sua volta, oggi dobbiamo ammettere che ci sono stati errori quali il fallimento dell’azione diplomatica sia nazionale e sia internazionale; così come il fallimento della politica estera di Biden che ha portato al precipitoso ritiro dall’Afghanistan all’oscuro degli stessi alleati. Così come sono state sconsiderate le politiche dei governi italiani degli ultimi anni in tema di energia, che hanno portato a non avere un piano energetico di sicurezza nazionale per inseguire il politicamente corretto e ambientalismo ideologico”, ha aggiunto.

“Chiediamo, quindi, al governo di agire secondo realismo politico e attraverso soluzioni lungimiranti perché in gioco adesso ci sono gli interessi della nostra Nazione, dei nostri cittadini e le legittime preoccupazioni delle nostre imprese”, ha concluso Ciriani.

“Come delegazione di Fratelli d’Italia al Parlamento Europeo – ha affermato il copresidente del gruppo Ecr- al Parlamento europeo, Raffaele Fitto – chiederemo all’Ue di istituire rapidamente, sul modello di quello utilizzato per far fronte agli effetti della Brexit (5 miliardi ), di cui hanno beneficiato notevolmente paesi come Francia, Irlanda, Germania e Olanda, un fondo per introdurre meccanismi economici di compensazione e di riequilibrio basato sul valore delle produzioni e degli scambi commerciali dei singoli Stati Membri. Su questa proposta auspichiamo un forte impegno del governo e lavoreremo con tutti i colleghi italiani per tutelare le nostre imprese e il nostro mondo produttivo.”

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

58 Commenti

  1. io non ammetto che un testa di ca@@o come putin mi minacci se provassimo a difendere le libertà dei popoli .Lui ha scatenato una guerra con la falsa scusa di proteggere i filorussi del donbass ,noi abbiamo da proteggere 2000 nostri connazionali in Ucraina e come noi altri paesi europei che cosa aspettiamo ad andare a difenderli con tutte le armi possibili e immaginabili?SVEGLIA INTERVENTO IMMEDIATO EMARCIA SU MOSCA

    • L’Ucraina vanta ricchi giacimenti di materie prime come carbone, minerali di ferro, gas, petrolio, argilla, uranio. All’Ucraina appartiene il record nella produzione del carbone all’interno dell’Europa e occupa il tredicesimo posto nel mondo per la sua produzione. È il quarto Paese in Europa per riserve di gas e petrolio. Nel territorio ucraino sono presenti i più grandi giacimenti di uranio d’Europa
      25 FEBBRAIO 2022 13:56 TGCOM24
      Joe Biden e gli affari con l’Ucraina: una storia di dieci anni e con qualche punto interrogativo
      Il rapporto tra il presidente americano e Kiev ha origini lontane. Ma l’intreccio tra la famiglia Biden e gli affari su gas e petrolio hanno rischiato di fargli fallire l’arrivo alla Casa Bianca
      Joe Biden, Vladimir Putin e l’Ucraina: non è una storia solo degli ultimi giorni ma è un braccio di ferro che ha origini più lontane.
      Durante la presidenza americana di Barack Obama (dal 2009 al 2017) il braccio destro con una “delega” sulla politica internazionale era proprio Joe Biden. “Il presidente Obama mi manda nei luoghi dove lui non vuole andare”, ha detto a febbraio 2014 quando arrivò a Kiev poco dopo la drammatica insurrezione popolare di piazza Maidan sedata nel sangue. Arrivò a sostegno del fragile governo ucraino subito dopo la fuga del presidente filorusso Yanukovich. Mosca decise di annettersi la Crimea con un blitz militare ma non proseguì proprio per il “muro” alzato da Biden.
      Biden e l’odio verso Putin – E’ stato Joe Biden in quegli anni a portare avanti la politica di avvicinamento dell’Ucraina alla Nato. Voleva togliere potere politico ed economico alla Russia. I rapporti con Putin non sono mai stati sereni. I biografi americani parlano di un odio tra i due e lo stesso Biden ama ricordare un loro incontro. Cremlino, 9 marzo 2011, cena di gala. Joe Biden si avvicina a Putin per sussurrargli: “Signor Presidente, io la sto guardando negli occhi e penso che lei non abbia un’anima”. Putin sorridendogli gli rispose: “Io e lei ci capiamo”. Biden volò a Kiev e di fatto bloccò l’avanzata di Putin dalla Crimea. Otto anni dopo il presidente russo nell’annunciare l’operazione militare in Ucraina ha detto: “Non rifaremo lo stesso errore una seconda volta”. In parte riferendosi proprio a quell’episodio.
      La famiglia Biden e i rapporti economici con l’Ucraina – Negli ultimi anni il nome di Joe Biden è stato associato anche a uno scandalo sull’Ucraina che aveva fatto vacillare anche la sua candidatura. Uno scandalo, va detto, fatto anche di fake news portate avanti dal suo antagonista, Donald Trump, che per alcune accuse fasulle è arrivato anche a subire un processo di impeachment, ancora in corso. Lo “scandalo” riguarda l’assunzione di Hunter Biden, figlio di Joe. In famiglia Hunter è sempre stato considerato la “pecora nera”. Era nei riservisti della Marina dove però nel 2014 fu congedato perché trovato positivo alla cocaina. Di tutt’altra pasta rispetto al fratello Beau, promettente politico e probabilmente vero “erede” di Joe, stroncato nel 2015 da un tumore al cervello. Hunter Biden non aveva grandi prospettive in casa ma grazie alla sua laurea in legge trovò “fortuna” nella consulenza.
      Il caso Burisma Holdings – Siamo ad aprile 2014 quando la Burisma Holdings, la maggiore compagnia energetica dell’Ucraina (attiva sia su gas che petrolio), assume per una consulenza proprio Hunter Biden. Avere nel proprio board un nome di “peso” avrebbe sicuramente portato giovamento al prestigio dell’azienda. Va detto che l’Ucraina, e le sue aziende, sono spesso ricordate per la scarsa trasparenza ma soprattutto l’alta corruttibilità. Hunter Biden viene assunto con uno stipendio di 50mila dollari al mese. Tutto trasparente, se non fosse che durante quei mesi Joe Biden ha proseguito la politica americana volta a far riprendere il possesso da parte dell’Ucraina di quelle zone del Donbass ora divenute Repubbliche riconosciute dalla Russia. La zona di Donespt è ritenuta ricca di giacimenti di gas non ancora esplorati finite nel mirino della Burisma Holdings. Una politica internazionale intrecciata a quella economica che ha fatto storcere il naso anche ai media americani in quegli anni.
      L’Ucrainagate su Joe Biden – Durante la campagna elettorale del 2020 scoppiò l’Ucrainagate. Donald Trump nel tentativo di screditare il suo avversario fece pressioni sul presidente Volodymyr Zelensky affinché aprisse un’inchiesta nei confronti del figlio di Biden e dei rapporti con la Burisma Holdings. Una inchiesta che avrebbe potuto mettere in cattiva luce Biden. Trump in una telefonata con Zelensky fece capire che gli aiuti all’Ucraina erano legati all’apertura di questa inchiesta. Ed effettivamente gli aiuti economici e militari all’Ucraina furono bloccato pochi minuti dopo quella telefonata. Evidentemente Zelensky non aveva dato “garanzie” sufficienti su quell’inchiesta. Ma quella telefonata (oltre a una serie di testimonianze) aprì di fatto la porta all’impeachment contro il tycoon.
      Biden e Zelensky, l’ultimo atto – Arriviamo a dicembre 2020, Joe Biden è il nuovo presidente degli Stati Uniti. La situazione in Ucraina si comincia scaldare nuovamente visto che ritorna in campo il “nemico” di Putin. In una intervista al New York Times Zelensky accoglie con favore l’esito delle presidenziali Usa: “Joe Biden conosce l’Ucraina meglio del precedente presidente e aiuterà davvero a risolvere la guerra nel Donbass e a porre fine all’occupazione del nostro territorio”, diceva molto fiducioso il presidente ucraino. La storia dei nostri giorni dice tutt’altro.

    • Maurizio Mazzotti dobbiamo essere obbiettivi e vedere anche quello che non vediamo o non vogliamo vedere, poniamoci dall’altra parte, da quando è caduta l’unione sovietica l’Nato si sta rosicchiando il territorio verso Mosca ogni giorno, ogni settimana, ogni anno, sempre di più e inserendo l’Ucraina alla Nato vuol dire che il tuo nemico da più di secoli che hai combattuto con la guerra fredda è alle porte cosa fai?! Ti difendi e mostri i tuoi muscoli e sappiamo che i muscoli della Russia non sono i muscoli della Libia di Gheddafi o dell’Iran di Saddam o di altri paesi, loro in armamenti primeggiamo e non simo ipocriti da dire ma gli Americani sono più forti…. è stato mai misurato questo potere di chi è più forte…. perchè misurarsi vuol dire guerra nucleare su scala mondiale. Purtroppo caro Maurizio è mancato il dialogo…. la politica scellerata degli Americani partito democratico e pseudo o presunta Europa zoppa…. ma zoppa da entrambi gli arti, dove non ha un esercito degno di contrastare un barcone proveniente dall’Africa e dove ha innescato una guerra contro la Libia e poi abbandonata al loro destino e ora controllata da Turchi e Russi sta istigando il presidente Ucraino contro la Russia sapendo che non puo fare nulla perchè scatenerebbe la terza guerra mondiale termonucleare e Dio ce ne voglia… l’esplosione di un reattore di Chernobyl è giunto a noi pensa tutte le testate nucleari tra americani russi cosa può succedere. Ora la palla spetta solo a noi figurati cento testate nucleari…. ora quello che ci rimane da fare o rimaniamo inermi e stiamo a guardare e proclamare la sottomissione dell’Ucraina alla Russia oppure scatenate una terza guerra mondiale, ricordo che i russi sono abili giocatori di scacchi e che Napoleone e Hitler sono tornati con le ossa rotte, questo è quanto dice la storia ora se vogliamo fare la terza accomodiamoci.
      Spero che mi sbaglio…..
      E detto questo sono il primo a condannare ogni forma di violenza e non giustifico quanto ha fatto Putin in Ucraina ma guardiamo anche i nostri scheletri nei nostri armadi

  2. non approvo minimamente questa presa di posizione ma avrei stigmatizzato il fare bellicoso del Presidente Democratico USA e la repentina presa di posizione della UE e dei paesi membri (con sole alcune eccezioni) ben prima dell’attacco all’Ukraina con una copertura mediatica globalizzante che non ci appartiene.

  3. Dov’eravate tutti negli otto anni scorsi …non sapevate neanche ci fosse una guerra civile in corso in Ucraina….Putin sta facendo ciò che gli Usa hanno fatto per più di 200 anni….sveglia gente… Non abbiamo né i mezzi né i soldi né le persone percontrastare la Russia …parlo come Italia….l’UE esiste solo su carta per rubarci soldi e imporci perdite catastrofiche….avete idea quanto perdal’italia per non poter vendere alla Russia…avete idea quanto soldi non spenderanno i turisti russi in Italia…avete la minima idea di cosa voglia dire contrastare una potenza mondiale …quando si incazzerà contro l’ Italia mandate i vostri caricontro di lui … intanto è l’ unica nazione che difende i cattolici in Africa e Asia….noi invece siamo tanto cazzoni da farci comandare dai negri di ogni paese delcazzo…

    • Caro Pasquale, purtroppo dei maurizio mazzotti in Italia ce ne sono troppi, e sarà dura far loro capire che oltre ciò che dici tu, che l’Ucraina pare abbia dato il consenso alla Nato di piazzare missili americani sul suo territorio. Noi abbiamo la memoria corta purtroppo, e non ricordiamo cosa fece Kennedy con le navi di Kruscev che stavano portando i missili russi a Cuba. Niente può giustificare una guerra, ma da filo-americano dico : chi cazzo glielo fa fare a Biden di rompere i coglioni a Putin? Questi sono i risultati. E quel coglione viene adesso a tirare fuori una terza guerra mondiale?
      Giorgia, stanne fuori, che se la sbrighino fra coglioni.

      • Sono daccordo sul tuo punto di vista, siamo contro la guerra…
        Putin vede sui suoi confini la Nato con i missili USA. Ucraina ed altri stati devono fare da cuscinetto neutro. La EU con i suoi stupidi burocrati sta peggiorando la situazione, aiuti umanitari dovuti, armi no. Questo e’ il mio punto di vista da Italiano residente in Romania. Giorgia sta sbagliando nella analisi, prima volta che non sono daccordo con Lei. Un cordiale saluto

  4. Non concordo per nulla. Capisco che sta volando negli USA e quindi la diplomazia è necessaria. Cara Presidente, quando il Kossovo richiese l’aiuto della NATO e degli USA, si disse che era giusto che una popolazione etnicamente unita potesse essere indipendente dalla Ex Juogoslavia. Ho 72 anni e di storielle accomodanti a me non ne racconta. Perché la storia l’ho vissuta e conosciuta. Per cui se le motivazioni andavano bene per i Kossovari vanno ora bene per il Popolo Russo rimasto nelle zone di confine dell’Ucraina. E che decise di formare due Repubbliche Russofone. Dovrebbe invece spiegare cosa avvenne in Piazza Maidan a Kiev, chieda negli USA chi mandarono nel 2014, quali personaggi davano indicazioni ai rivoltosi, come raccontò l’inviato de Il Giornale Gian Micalessin che parlò di figure in borghese che davano ordini in inglese. Non mi ricordo chi c’era nel 2014 a FdI o forse c’era AN, comunque sia nessuno alzò le grida per il colpodi Stato contro un Presidente eletto, nome Yanukovic. Inoltre lei manca di una disamina storica che dipende dall’età. Lei dovrebbe domandarsi perché la NATO esiste ancora nonostante la guerra fredda sia finita nel 1989 e come mai gli accordi fra USA e Russia prevedevano nessuna presenza NATO nei Paesi ex URSS. Mi pare invece che sia successo il contrario.

    • Roberto Zanella sono con te. Io di anni ne compio 79 in maggio e sono testimone di quel che dici.
      La Meloni dovrebbe lasciare che se la sbrighino fra coglioni e Draghi dovrebbe pensare agli italiani, alle accise sui carburanti e chi non arriva a fine mese. Prima che Putin gli faccia ………..BUUUUUU……..
      O pensa di risolvere il problema con Di Maio? Poveri noi……..

    • Concordo quello che hai scritto e che pensi, purtroppo caro Roberto TUTTI ci ricordiamo quello che ci fa comodo, sono state fatte guerre con la scusa di armi chimiche ma mai trovate, servite solo per destabilizzare le nazioni solo perchè non in linea al Politicaly Corret statunitense…. sicuramente con un’amministrazione Trump questo non succedeva

    • F.d.I con la Meloni è andata a ossequiare non solo i conservatori ma quell’ipocrita di Biden!!!! SONO UN UOMO DI DESTRA da sempre ma non ho mai accettato le ipocrite invasioni USA con motivazioni fantascentifiche di ripulire il mondo dai DELINQUENTI, tipo Saddam, Gheddafi, Assan ecc.!!! Alla signora Meloni piacerebbe che un domani(PER IPOTESI) una parte dell’Italia tipo Padania, Regno di Napoli, Sicilia diventassero autonome e si schiererebbero con la Russa che impiantasse missili in Italia? Ecco non entriamo NELL’ IPOCRIISIA ! La sua scelta è solo una mossa politica che spera nel futuro di guadagnare voti!!! Signora Meloni ha visto la cartina geografica con l’Ucraina alla NATO? La Russia sarebbe stretta in una morsa dalla Turchia ai Paesi Baltici, missili a duecento chilometri da Mosca..la distanza tra Caserta e Roma!!!!Mai visto l’Arco Costituzionale Italiano compatto come oggi eppure gli USA e L’europa hanno portato distruzione in tanti altri Paesi, dove sono morti Milioni di gente , centinaia di migliaia di Bambini, donne, Vecchi!!! Ma ve ne siete mai fregati TUTTI INSIEME? MAIIIIII Ora anche Lei e il suo partito, nel quale io credevo, siete d’accordo CON L’ISTIGATORE AMERICANO, con i BUROCRATI EUROPEI, CON I PRO BANCARI ITALIANI? ISTIGATE TUTTI IL POPOLO UCRAINO IN UNA GUERRA CHE SE LA NATO RESTERA’ AL SUO POSTO POTREBBE ESSERE UN GENOCIDIO PER QUEL POPOLO, ANCHE SE SONO CONVINTO CHE IL delinquente “PUTIN” NON LO PERMETTERA’ MAI!!! SE SONO CON PUTIN sono Comunista (lungi da me quest’ appellativo), se sono contro di Lui sarei un Nazista (come lui ha definito gli Ucraini) Mi dite chi sono? Una persona che se ti mettono sul tuo pianerottolo una famiglia di delinquenti…faccio di tutto per non farli insediare, perché sono pericolo per me e la mia famiglia!!!!Perciò credo che Putin voglia salvaguardare la sua famiglia!!!!! GLI ALTRI DOVREBBERO CERCARE DI SPEGNERE IL FUOCO, NON ALIMENTARLO CON SANZIONI O MANDANDO IN GIRO PERSONAGGI CHE DI POLITICA NON NE MASTICANO UN TUBO!!!!!!

  5. Leggo ora che ha rassicurato Draghi prima di partire: “Sono con te. Massima collaborazione”. Adesso è chiaro perché lei non ha fatto nulla per mandarlo a casa. Lei collude con uno che ha discriminato gli italiani e ci parla di “valori di libertà”?. E critica Putin?. Ma siamo seri. Pensavo di darle il mio voto, ma non ne vedo i motivi.

  6. Non concordo con la visione di FdI.Premesso che tutti siamo contrari alle guerre.1°Che significato ha,oggi la NATO??? 2.L’Ucraina può benissimo godere la sua autonomia senza entrare nella NATO e permettere l’installazione di armi,missili e uomini USA sul suo territorio ,visto che ciò rappresenta una palese minaccia per la Russia.3.Putin ha voluto dimostrare al mondo che non intende concedere agli USA ,attraverso la NATO di avanzare passo.passo verso Mosca trasformando le ex colonie URSS in avamposti militari Statunitensi.Gli USA sono 200 anni che attivamente partecipano a tutte le guerre ,anche lontane da loro.4.La Libia,Iraq,Afghanistan,Vietnam ecc.5.Draghi ,prima di parlare di difesa della sovranità Ucraina,si sciacqui la bocca perchè,insieme ai soci (Monti,DIni,Ciampi,Amato,Prodi ecc) Hanno tolto all’Italia la sua sovranità,la sua moneta,il lavoro e ,oggi ,la libertà con le tessere fasciste.E potrei continuare

    • Caro Giomas2
      Sono perfettamente d’accordo! I democratici americani che cercano di dominare il mondo distruggendo tutto quello che si frappone al loro progetto mandando avanti gli pseudo europei con invio di armi anziché sostentamento alimentare in questo frangente, mentre i nostri corrotti politici, che ci hanno esiliato agganciandoci con l’Europa, hanno tolto la sovranità monetaria con la bella trovata fatta dall’allora ministro del tesoro Andreatta ed il presidente della banca d’Italia Ciampi, divenuto per questo Presidente della Repubblica, d’accordo con tutti quelli saliti sullo yacht inglese a Civitavecchia e cioè i vari, Prodi, Monti, Dini, Amato, Dini, Draghi ed altri.

  7. Comunque sotto il banco della guerra Ucraina ci sono antefatti e cose non ben chiare,ombre di rapporti internazionali,soprattutto con gli USA e con le potenze globalizzate.”Giri” di valuta e patti non limpidi con mercanti internazionali.Oltre al chiaro schieramento per entrare nella Nato,organismo obsoleto usato oggi inopportunamente dagli USA per esportare il proprio imperialismo nel mondo e specialmente per tenere la UE con il collare e la catena.La Russia,dai tempi dell’URSS,dei missili a Cuba è molto cambiata.Non così gli USA che ,invece sembrano assai peggiorati.

  8. Non condivido per niente. Sono otto anni che l’Ucraina bombarda la regione del Donbass e Luhans’K dopo che con referendum del 2014 hanno dichiarato la loro indipendenza .
    l’Ucraina ha ucciso circa 14mila cittadini sino ad oggi, senza che nessuna nazione europea abbia speso una parola per quello che stava succedendo. Fatemi capire, quando e’ la Nato/Usa che invade altre nazioni con motivazioni false e infondate va tutto bene? Gli americani sono buoni e i Russi i cattivi? RIDICOLO INUTILE fare un appello a Draghi per tutelare i valori della liberta’. Un appello proprio colui che ha TOLTO DIRITTI E LIBERTA’ A NOI ITALIANI.

  9. L’idiota in comando in USA e il suo figlio drogato hanno paura di perdere i finanziamenti dall’Ucraina. Se i giornaloni e le televisioni di sx non ve lo hanno detto,ora ve lo dico io.Qui in USA,anche se i democratici hanno cercato di coprirlo non e’ un segreto.

  10. Capisco i motivi di opportunità (rapporti con USA, Polonia ecc.) che inducono FdI ad assumere una simile posizione, ma non la condivido minimamente. Condivido invece appieno quanto scritto da Marcello Veneziani su “La Verità” di ieri 25 febbraio.

  11. da storico militante della Destra Sociale sono molto piu’ simpatizzante per PUTIN che per la NATO…… la EU e la sua presidente parruccona e un BIDEN che vuole altre guerre. quelle che invece il “cattivissimo” TRUMP, aveva saggiamente evitato cercando il dialogo diretto con PUTIN.

    Incredibile ma vero…… penso che PUTIN, sia pure con tutti i limiti del personaggio, sia l’unico a rappresentare i valori dell’occidente …. o almeno i miei …… in una europa a pezzi e tenuta insieme da interessi usurai. si legga EZRA POUND

  12. Lo sgomento che dovrebbe accompagnare tutti noi è quello di condannare chi ancora nel 2022 ritiene che vi siano guerre giuste e quindi morti giuste. Follia pura da TSO psichiatrico. Mi ricorda tanto il pensiero di un pazzo austriaco dai piccoli baffetti e di un popolo ancora più pazzo che lo segui per anni. In pochi anni il mondo ha subito milioni di morti per la nota pandemia (che ancora permane). Eppure qualcuno ha deciso di premere il grilletto!! Va fermato e ricoverato in manicomio ciò non significa che bisogna rispondere con le armi ma con sanzioni economiche e commerciali drastiche e incisive. Con questa classe politica italiana esistente credo sarà difficile fare qualcosa di buono; manca l’orgoglio di essere italiani.

    • Mi pare un commento PERFETTO ed APPROPRIATO: Putin = Hitler del XXI secolo.
      UE ? Cos’è? NATO ? Esiste ancora ? ONU ? Fantasmino. Totale solidarietà al POPOLO UCRAINO.

  13. Egregio Presidente se Lei un giorno dovesse diventare presidente del consiglio si ricordi:1) costruzione immediata di centrali nucleari sufficienti a renderci totalmente autonomi,2) chiusura di qualunque dipendenza energetica anche dell’1% da qualsiasi paese straniero,3) potenziamento della ricerca in senso atomico e militare,4) portare la potenza militare aerea, navale e nucleare almeno pari a quella francese ed inglese.Poi penso potremo vivere (chi verrà) un pò più tranquilli e meno “coglioni” di come ci siamo trovati con questa incredibile guerra e dopo 70anni di finto pacifismo sinistrorso.Le porgo distinti saluti

  14. Dovremmo essere piu neutrali.
    Non condannare il popolo russo che non ha niente a che fare con il dittatore Putin. Aiutare l’ucraina senza mandare militari o armi ma dando rifuggii e

  15. Non mi piace molto l’impostazione di Fratelli d ‘Italia sulla questione Putin e Ucraina.
    Oltretutto è antistorica perché una vera Destra era e dovrebbe essere contro Stati Uniti e Nato non a favore.
    Comunque Putin ha perfettamente ragione e lo ammiro
    Cosa farebbero gli Stati Uniti se la Russia mettesse delle basi missilistiche (magari con il Kinzal e tutti i missili ipersonici) in Messico o a Cuba ? impazzirebbero e strillerebbero come aquile.
    Con l’Ucraina e tutte le altre nazioni dell’ Est Europa serve di Stati Uniti e Nato (compresa purtroppo l’Italia) é la stessa cosa:
    Chi non lo capisce e continua a ripetere come un’oca che Putin é cattivo gli Americani sono buoni e hanno sempre ragione faranno scoppiare la terza guerra mondiale: garantito
    io direi a Biden e inglesi: volete fare le sanzioni ? fatele e non scocciateci
    Tutta questa situazione danneggia solo l’ Europa: Biden e gli Americani se ne stanno tranquilli dall’altra parte dell’oceano e sotto sotto gongolano : sono riusciti ancora una volta a destabilizzare L’EU e a rendersi secondo loro importanti

  16. FDI stá andando in tilt!!!!!!!!!!!!!!!!!! Il bello é che se si vá al voto, ora, potrebbe accumulare in Italia piú del 40% in consensi, come falsamente le notizie riportano di un esiguo 20%.- Cara Meloni cerchi di non sciupare inutilmente i risultati fin qui ottenuti. Poi certamente in Italia come nel resto dell’occidente pesano le incognite, e dunque da non sottovalutare, sull’esito delle elezioni, magari truccate!!! L’America ne é un esempio, ma in Italia questo é giá successo con ogni probabilitá e non una sola volta. A questi signori del regime masso-mafioso delle scelte dei cittadini non gliene puo fregare un’H.- La povera Ucraina, anni orsono, é stata in modo diabolico, circuita dagli Usa (per Usa, intendo le varie amministrazioni che si sono succedute nel tempo, e non certamente i cittadini americani, che poveretti, si trovano nelle stesse identiche situazioni di noi cittadini europei, se non peggio), dunque, é stata circuita, con false promesse, denaro a cascata, ricchezza infinita, ingresso nella UE, e bla..bla, chiaramente tutto ció avrá anche un costo, ovverosia, che gli usa sul territorio ucraino possano fare ció che vogliono, come del resto lo fanno da sempre in Italia e in europa. Il ció che vogliono, consiste nel piazzare missili nel piazzale della Russia. Nonostante i continui e ripetuti avvertimenti della Russia, l’Ucraina ha fatto orecchie da mercante, infischiandosene della minaccia sulle possibili reazioni del dirimpettaio, tanto c’é mamma america che ci pensa! Non funziona proprio cosi, come vi comportereste voi se gli yankee vi piazzano i missili davanti a vostra casa? Come ogni stato rispettabile, democratico, e accorto nella difesa del territorio e dei propri cittadini, avrebbe certamente reagito, dopo i preventivi avvertimenti, allo stesso modo!!!! Per come la vedo io, la Russia, a dispetto degli Usa, non é mai stato, e non lo é tutt’ora, uno stato guerrafondaio, chiaramente, e giustamente, se minacciata deve reagire. Chiunque lo farebbe. Gli Usa invece, esperti guerrafondai, vanno ad attizzare il fuoco, dove meglio gli conviene!! Ma ora, a dispetto del passato non lo potranno piú fare!!! Anche perché le conseguenze sarebbero terribili non solo per l’Europa, ma soprattutto in casa loro, ovverosia in America. Amen

  17. Non esistono giustificazioni alcune, quando una Nazione attacca/invade militarmente un’altra ha torto marcio quindi condannabile sotto ogni punto di vista. Mi sorprende che nessuno abbia ancora pensato al fatto di portare Putin davanti alla Corte Internazionale per i crimini di guerra così come hanno fatto con i Generali serbi.

  18. Se si accerchia l’orso e si tenta di metterlo in gabbia, l’orso si difende. Durante questi anni abbiamo(usa e occidente) meschinamente portato avanti una politica in Ucraina volta a fomentare l’odio e la divisione fra una popolazione interna già divisa da probemi linguistici, religiosi e politici. L’aver fatto questo con la prospettiva di portare l’Ucraina verso la NATO ha creato il risultato che tutti noi stiamo vedendo. Condanno fermamente l’aggressione Russa in Ucraina, una reazione smisurata, portata avanti da un dittatore guerrafondaio che ha come obiettivo la ricostruzione dell’impero sovietico. Detto questo, mi ritorna in mente il fallito tentativo Americano di invadere Cuba e la conseguente reazione Russa che prevedeva l’installazione di basi missilistiche sull’isola caraibica.Vi ricordate la reazione Americana? Il democratico Kennedy promise la distruzione dell’isola. A questo punto mi chiedo perchè in quel momento una reazione ferma e dura che aveva come obiettivo la difesa del territorio Americano fu considerata lecita, ed oggi, se Putin agisce per gli stessi obiettivi non è più lecito.

    • Danilo, non potevi essere più chiaro, quel coglione di Draghi purtroppo ci sta portando su una strada molto pericolosa e spero che la Meloni non lo segua.

  19. la guerra è una cosa brutta e fa tristezza non trovare o non voler trovare altre soluzioni per evitarla, ma se quanto sta succedendo è una scusa per sostenere la grande ammucchiata sotto Draghi non ci siamo per niente, meglio stare lontani da questo governo di cialtroni in qualsiasi circostanza, aggiungo meglio 100 volte Putin di Draghi, perchè Putin è un patriota (russo) mentre Draghi lavora contro gli italiani cedendo e distruggendo la poca sovranità rimasta.

  20. Mi dispiace vedere che anche FDI si è appiattita alla logica imperialista americana.Che manda armi missili e soldati ai confini russi ma non accetta che questi si possano difendere. La guerra va condannata, ma quando è di difesa della Patria no. Evidentemente anche FDI ha perso il concetto di Patria.
    Per me l’Europa va dal Portogallo agli Urali, con la Russia abbiamo in comune valori culturali e cristiani, che ha coraggiosamente conservato conservato malgrado il bolscevismo.
    Volete bombardare Putin come avete fatto con Geddafi? Accomodatevi ma calcellatemi dal vostro indirizzario.
    Enrico Grossetti

  21. Non condivido per nulla. Un’attenta osservatrice come la Meloni questa volta si è dimenticata di guardare oltre quello che ci fa vedere il solito circo mediatico. Pur condannando l’aver oltrepassato un confine, analizziamo bene il contesto prima di gridare solo al cattivo Putin.
    Ovvio che oramai, non potendo più infierire sui cattivoni novax, abbiamo bisogno di qualche altro capro espiatorio… per giustificare ad esempio le future ulteriori restrizioni economiche?

  22. Come si può parlare di democrazia, valori di libertà quando da due anni attaccandosi ad un’emergenza creata ad arte, ci siamo visti portare via i più elementari diritti, dalla libertà di movimento, al diritto al lavoro, allo studio, plagiando e dividendo il popolo affinchè non insorgesse. Prima di parlare di questi sacrosanti valori, ad altri paesi, guardiamo in casa nostra!!!

  23. Si sta ripetendo quello che già era accaduto nel1956,con l’invasione dell’Ungheria;anche allora un essere abietto applaudì alla strage degli studenti ungheresi da parte dei carriarmati comunisti.Per convenienze politiche poi fu eletto alla massima carica dello stato.La cosa oggi si ripete e per l’inconsistenza e l’insipienza dei burocrati di Bruxelles,ubriacati dai loro stipendi faraonici e per l’incapacità dell’amministrazione americana,con un presidente con chiari sintomi di demenza senile.putin dovrebbe essere portato di fronte alla corte dell’Aja per crimini contro l’umanità e genocidio.Tuttavia,ancora una volta,alcuni esseri sottospecie del genere umano levano la loro voce in difesa del criminale:annunziata,dibella,rizzo,fusaro,vauro,paragone,rossella.Amio parere dovrebbero essere emarginati dal consesso civile del quale non son degni di far parte,mentre il loro mefitico olezzo ammorba l’aria.Ho usato il minuscolo perchè per me non sono persone.Spero vivamente che questa volta tutto l’Occidente sia compatto di fronte ad una strage criminale e ad un genocidio.Mentre,per interesse cina e india temporeggiano,gli unici che hanno mostrto gli attributi sono stati gli Inglesi.Spero inoltre che noi tutti ci ricorderemo di chi ha mostrato chiaramente di quale marciume era fatto.

  24. ogni guerra è un fallimento umano, per l’incapacità di trovare soluzioni e accordi per vivere in pace, dopo questa premessa voglio esprimere il mio assoluto dissenso su l’appoggio che FdI vuole dare a Draghi in questa circostanza, cascasse il mondo Draghi non deve avere nessun appoggio da FdI, anche questa è coerenza, leggere la frase che hai detto a Draghi: “Sono con te. Massima collaborazione”, mi da una grande delusione, spero che ci sia un ravvedimento in merito. Cossiga a suo tempo definì Draghi un vile affarista, indipendentemente dall’opinione che ognuno può avere su quel soggetto, vi ricordo che Draghi non è stato eletto da nessuno ma imposto con una subdola manovra di palazzo, e per tale ragione in coerenza con la linea sostenuta sempre da FdI non va sostenuto in alcun modo e per nessun motivo.

  25. Ribadisco: avevo deciso di votare Fratelli d’Italia ma non so se vi voterò ancora
    Attenta Giorgia: hai fatto un passo falso e non da poco
    Se siamo patrioti non possiamo essere leccapiedi di Americani e Nato: cerca di capirlo e ricordartelo sennò non ti votiamo più! viva Putin e la Russia abbasso Biden e la Nato.

  26. Per tutti i presenti ed in particolare MAZZOTTI andatevi a documentare su tutti i trattati firmati e concordati,ad iniziare da Pratica di Mare fra Putin e USA nonche’ Bruxelles e NATO cosi’ capirete veramente i motivi che hanno indotto Putin ad invadere l’Ucraina tenedo presente che l’attore comico di Kiev ne era stato avvisato da molto tempo.Andate a documentarvi sui massacri di civili e dei bombardamenti effedttuati dalle truppe nazi-ucraine ne Donbass dal 2014 .Giorgia in questo caso stai sbagliando tutto appoggiando la politica americana e di quella bella combriccola chiamata NATO.
    Per ora siamo in allerta nucleare quindi c’è da augurarsi che l’incontro si vada a concludere in senso positivo ma SOPRATTUTTO che non ci sia qualche pazzo della NATO che pigi nel frattempo un pulsante sbagliato.

  27. Ma basta parlare di queste bischerate e pensiamo agli italiani una volta per tutte, ma se mi vengo a prendere una stanza nella vostra casa e ci faccio ciò che voglio a voi sta bene? No vero? Ecco, la Russia ha fatto più che bene a non volere gli americani (gli stessi che hanno comprato l’Italia nel 1943 da quel venduto del re) accanto a se!
    Se volete stare con chi ci HA CONQUISTATO, allora siete uguali a Grillo e Draghi.
    Ecco, adesso cestinatemi pure come fanno i regimi totalitari che proprio te on. Meloni a parole condanni ma nei fatti difendi a spada tratta!

  28. Ho sentito che alcune persone (anche giornalisti) incolpano la NATO per il comportamento criminale di putin.Se costoro,non riesco a trovare un epiteto abbastanza infamante per definirli,fossero vissuti nel 1939, avrebbero incolpato gli ebrei per la costruzione dei campi di sterminio!!Che schifo!!!

  29. Non esistono ragioni politiche, geopolitiche, storiche o peseudostoriche per giustificare una guerra ma esistono per riportare la pace, se ignoriamo queste ragioni siamo colpevoli noi , l’Europa e la Nato. Tutti colpevoli nessuno ne è fuori. FDI condivido il no alla guerra ma non condivido lo schierarsi con le decisioni del governo.

  30. Ritengo che le democrazie occidentali siano in un devastante declino etico, sociale e morale, Stati Uniti in testa, e che ci sia un tentativo inaccettabile di instaurare un totalitarismo mascherato da bene comune in Italia e in altre nazioni occidentali, tuttavia, avendo lavorato e vissuto per 40 anni sia in Occidente, che in Oriente ed avendo toccato con mano le differenze, qualora mi chiedessero “da che parte vuoi stare”, direi senza esitazione: “dalla parte occidentale”. Questo nonostante riconosca che dalla Russia e dalla Cina arrivino insegnamenti, esempi e comportamenti molto più apprezzabili rispetto alla ipocrisia imperante da noi. Da loro il termine “schiena dritta” ha un valore, da noi no! Ma, con tutti i suoi difetti, l’occidente ci permette di discutere e di dire quello che pensiamo, cosa non fattibile ad Est. E, per me, la libertà è il valore primario per eccellenza. Ecco perchè condanno l’invasione della Ucraina, sebbene riconosca che l’occidente ha creato le condizioni affinchè ciò accadesse.

  31. Il pazzo NON è Putin ma Biden e l’intera NATO a cui l’Italia appartiene insieme a quell’accozzaglia di stati chiamata Europa.
    Giorgia dopo aver lodato Putin(anche nel tuo libro) ti sei accodata al baraccone del governo considerandolo un criminale e approvando tutte le mozioni del ns Ditactor Draghi .Visti i vari commenti nei social e sui giornali penso che cio’ ti costerà caro in termini di consensi e voti.
    Un ultima considerazione,se Putin avesse voluto si sarebbe mangiata l’Ucraina in un giorno usando l’intera aviazione al completo e bombadando a tappeto cosa che invece ha fatto la Nato in Serbia e gli USA in Vietnam e Irak o questi non sono crimini di guerra?
    Ieri ho visto in TV la solita propaganda sui rifugiati e ho notato,e non solo io,che le stazioni ferroviarie in Ucraina sono zeppe anche di colorati magraebini,bangli,paki e razze varie.Si calcola che ce ne siano circa mezzo milione in attesa approffittando della situazione,La Polonia non li vuole e cosi’ la Romania chissà che l’Italia non mandi i C130 a raccattarli considerandoli poi dei rifugiati con i vantaggi di tale stato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,361FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati